sabato, 20 Aprile 2024
HomeRodiginoAdriaRovigo, visita del sottosegretario agli Interni Prisco, e del capo Nazionale del...

Rovigo, visita del sottosegretario agli Interni Prisco, e del capo Nazionale del corpo dei Vigili del fuoco

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Rovigo, il sottosegretario dei vigili del fuoco prisco insieme al capo dipartimento Franceschelli e al capo del corpo Dall’Oppio in visita al Comando

Il Sottosegretario al Ministero dell’ Interno Emanuele Prisco, giovedì 29 febbraio, accompagnato dal Capo Dipartimento Renato Franceschelli, dal Capo del Corpo Carlo Dall’Oppio si è recato nel pomeriggio in visita istituzionale presso la sede del comando dei Vigili del fuoco di Rovigo per un incontro con il personale e le organizzazioni sindacali.

Ad accoglierlo il direttore interregionale Loris Munaro e il comandante provinciale Claudio Fortucci. Dopo una breve visita alla sede il sottosegretario, insieme al Capo del Corpo e il Capo dipartimento hanno incontrato il personale operativo e amministrativo del comando. Presente anche una delegazione dell’Associazione Nazionale Vigili del fuoco in congedo.

Il Capo del Corpo Dall’Oppio salutando il personale ha parlato dell’impegno del Corpo in questo momento di transizione, impegnato al massimo della sua capacità nella formazione del nuovo personale.

Il Capo Dipartimento, ha prima ricordato la sua esperienza nel territorio del Veneto come prefetto di Padova.  Ha poi esposto l’impegno dell’amministrazione e sua personale per il riordino delle carriere.

Il sottosegretario, con delega ai Vigili del fuoco, ha esposto le iniziative del governo relative al Corpo nazionale, tra cui la nuova tornata contrattuale. Ha ringraziato tutto il personale presente, riconoscendo l’impegno e la professionalità che ogni giorno viene riconosciuta dai cittadini per il servizio prestato nelle diverse operazioni di soccorso. Tra le iniziative nazionali per il rafforzamento del Corpo, relativamente al comando rodigino, ha detto: “il comando di Rovigo sarà potenziato di 12 unità operative e ulteriori due unità tecnico logistiche”.