giovedì, 18 Aprile 2024
HomePadovanoPadovaUn podcast sulla mobilità sostenibile. Si parte dalle due nuove linee di...

Un podcast sulla mobilità sostenibile. Si parte dalle due nuove linee di Tram

Tempo di lettura: 7 minuti circa

Da domani, martedì 12 marzo, sarà  pubblicato Prossima fermata, un podcast sulla mobilità sostenibile a Padova. Avrà una cadenza settimanale, il martedì.

Padova nei prossimi due anni affronterà un’importante trasformazione. Come è noto sono in arrivo due nuove linee tranviarie e investimenti PNRR per oltre 644 milioni di Euro.

Una delle sfide maggiori per l’amministrazione è stata fin da subito quella di riuscire a comunicare al meglio ai cittadini questo grande cambiamento, in linea con quanto richiesto dall’Europa nelle sue linee guida PNRR, e l’obiettivo è quello di mettere in campo, nei prossimi mesi, diversi strumenti per riuscire da un lato a raccontare al meglio le trasformazioni che verranno, dall’altro a poter dare risposte anche puntuali a tutte le persone che hanno domande, dubbi, curiosità.

Per questo tra le diverse azioni comunicative in programma, grazie ad un finanziamento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti specifico per la promozione dei Piani Urbani di Mobilità Sostenibile, il Comune di Padova ha deciso di lavorare sulla produzione di un prodotto particolare e innovativo: un podcast, che sarà diffuso su tutte le principali piattaforme.

Secondo il report Ipsos Digital Audio Survey 5^ edizione del 2023, dal 2020 il numero di persone che ascoltano podcast in maniera assidua in Italia è aumentato del 9%, superando gli 11 milioni con una crescita esponenziale, facendo diventare questo strumento sempre più protagonista nel panorama mediatico digitale.

Il podcast

Prossima Fermata è un progetto curato da Spazi Padovani, la cooperativa che gestisce diversi servizi nell’ambito della creatività e delle politiche giovanili del Comune di Padova, realizzando anche produzioni multimediali.

Nell’ambito della grande sfida del coinvolgimento su un tema così importante, sono convinto che uno strumento di divulgazione di questo tipo sia fondamentale. –  commenta l’ assessore alla mobilità Andrea Ragona – La mobilità è una materia complessa, così come saranno complessi i prossimi due anni in cui dovremo realizzare le nuove linee tranviarie. Ben vengano modalità che ci permettono di raccontare in modo anche leggero e simpatico temi così strategici e grazie a tutte le persone che si sono impegnate in questo lavoro, consapevoli del grande lavoro di squadra che ci aspetta.”

Da tecnico è a volte complicato confrontarsi con la divulgazione. –  afferma Diego Galiazzo, Rup delle nuove linee tranviarie per APS Holding, responsabile scientifico del progetto e ospite di alcuni episodi  – Raccontare in poche parole e rendere accessibili concetti complicati che sono frutto di anni di lavoro non è facile ma credo che si sia individuata una forma efficace che, unita a tutte le altre azioni di comunicazione in programma per il futuro sarà un supporto importante al nostro lavoro.”

Lo staff

Producer del podcast è Patrick Grassi, autore e regista di origini trentine impegnato nel cinema documentario e nella produzione di contenuti multimediali per la divulgazione scientifica in Veneto e Trentino.

“Abbiamo costruito un team innovativo che ci ha permesso di lavorare in maniera professionale ad un prodotto nuovo per molti di noi.  –  spiega Patrick Grassi di Spazi Padovani, producer del podcast – La definizione del format è stata il lavoro più impegnativo perchè il nostro scopo era quello di riuscire a tenere uniti il piano della divulgazione, nel quale concetti complicati vengono raccontati a chi non mastica questi temi, e quello dell’intrattenimento. Preziosi i consigli del nostro consulente, Giovanni Mauriello, e preziosa la partecipazione di Lorenzo Maragoni, poeta e attore sempre più noto che ci ha permesso di avere un podcast che riuscirà a parlare anche ad un pubblico più giovane e meno attento ai normali media. Io stesso, lavorando a questo progetto, ho scoperto molte cose che non conoscevo sulle nuove linee tranviarie e in generale sul grande cambiamento che la nostra città vivrà nei prossimi anni. Raccontarlo e soprattutto rendere queste informazioni accessibili anche ai non addetti ai lavori è una sfida necessaria.

Strategie narrativa

Per la definizione del format e per individuare le migliori strategie narrative, è stato coinvolto Giovanni Mauriello, docente della Scuola Holden, autore e produttore creativo che da sempre si dedica all’ideazione e alla produzione di podcast, serie TV, campagne di comunicazione e documentari.

Dopo aver frequentato il Master Netflix in Series Development alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, lavora come Development Executive per una società di produzione televisiva e cinematografica di Roma.

La complessità di questo progetto mi è stata chiara fin da quando sono stato coinvolto, poiché produrre un prodotto d’intrattenimento fondendolo con una comunicazione di carattere istituzionale non è affatto semplice. –  dichiara il consulente Giovanni Mauriello – Tuttavia, ciò che inizialmente poteva sembrare un ostacolo – la mia mancata familiarità con la realtà padovana – si è rivelato un vantaggio, permettendomi di mettermi facilmente nei panni degli ascoltatori e di concentrarmi così non solo sulla forma dei contenuti, ma anche sulla loro accessibilità e fruibilità. La cura di tutto il team di produzione ha reso infine il progetto straordinariamente stimolante, permettendomi di imparare molto attraverso un racconto sempre chiaro, interessante e anche divertente. Sono perciò felice di aver accettato questa sfida e di constatarne il suo successo.”

In ogni episodio sono presenti musiche e suoni originali, a cura di Giulio Polloniato. Giulio ha collaborato anche all’allestimento di un vero e proprio studio di registrazione a Palazzo Moroni, valore aggiunto del progetto in quanto sarà utilizzabile per altri progetti in futuro, in collaborazione con Progetto Giovani, che vedranno il coinvolgimento delle scuole cittadine. 

I testi

A curare i testi degli episodi sono Marina Molinari e Franco Tanel, che fanno parte dello staff del sindaco Sergio Giordani e l’intero progetto è svolto in collaborazione con la Rete Civica del Comune di Padova.

All’inizio di ogni episodio ci sono dei simpatici aneddoti che raccontano numeri sulla mobilità o curiosità dal mondo, ripercorrendo dove possibile la storia di Padova e dei suoi trasporti.  –  commenta  Franco Tanel, coinvolto anche per la sua grande esperienza giornalistica nell’ambito dei trasporti – È stato un piacere lavorare in questo gruppo e facciamo la nostra parte per raccontare al meglio il grande lavoro che questa amministrazione sta facendo per cambiare la città.”

Ci siamo resi conto che a volte è difficile dare voce alle decine e decine di persone che ogni giorno sono coinvolte nella trasformazione della città. –  aggiunge Marina Molinari, che è anche la speaker del podcast – Manca a volte la percezione di quel grande lavoro di squadra senza il quale l’obiettivo del giugno 2026 non sarebbe proprio possibile e si fa fatica a trasmettere la complessità delle scelte che vengono prese. Così come a volte è difficile trasmettere e capire veramente quanto Padova verrà rivoluzionata nei prossimi anni. Con questo podcast vogliamo provare a dare voce a tutte queste persone spesso dietro le quinte che hanno ruoli fondamentali, per dare un quadro d’insieme che vada oltre la cronaca e permetta di approfondire e costruire sempre più consapevolezza in città sul grande cambiamento che sta arrivando. Solo così, insieme, possiamo affrontare anche i disagi e i problemi che inevitabilmente saranno all’ordine del giorno nei prossimi due anni. Un ringraziamento anche alla Rete Civica del Comune di Padova, che anche su questo progetto ha contribuito con le proprie competenze per promuoverlo al meglio.

Le piattaforme

Il podcast si può trovare da oggi su tutte le piattaforme, domani mattina sarà pubblicato il primo episodio e da lì ogni martedì ci sarà un nuovo viaggio in tram.

Gli episodi

Ogni episodio è un viaggio nella città che cambia, a bordo del tram, sulla linea attuale o su quelle future, per raccontare appunto la grande trasformazione che la città vivrà nei prossimi anni, grazie all’avvento di due nuove linee tranviarie e oltre seicento milioni di investimenti PNRR.

Ogni settimana è prevista la partecipazione di ospiti e persone esperte a vario titolo, per approfondire, scoprire novità, risolvere dubbi sulla mobilità sostenibile a 360 gradi.

Tra i temi affrontati ci sono  le due nuove linee di tram e in generale tutto ciò che riguarda il sistema SMART e la sua realizzazione, ma anche la ciclabilità, i parcheggi, il trasporto pubblico locale, le zone30.

L’espediente narrativo dei viaggi in tram permette anche di avere uno spazio per discutere di tutti i cambiamenti che avverranno in città e nei quartieri sulle nuove linee, quindi il nuovo ospedale di Padova est, la nuova questura, le ex caserme, ecc toccando tutti gli argomenti che sono contenuti nel Piano Urbano di Mobilità Sostenibile del Comune di Padova, con un occhio di riguardo a come incidono sulla città.

Lorenza Maragoni

L’obiettivo è fare divulgazione oltre la politica, e il Comune di Padova è il primo in Italia ad utilizzare uno strumento di questo tipo con questo scopo.

Oltre a molti ospiti noti e meno noti con un profilo tecnico, tra cui possiamo citare, per le primissime puntate Carlo Andriolo, Lorenzo Minganti e Diego Galiazzo, ogni episodio vede la partecipazione di Lorenzo Maragoni: attore, regista, autore teatrale e poeta, che nel 2021 è diventato campione nazionale di poetry slam e nel 2022, rappresentando l’Italia alla World cup di Parigi, campione del mondo.

La storia di Lorenzo è molto intrecciata con Padova: ci ha vissuto e studiato per diciotto anni, qui ha co-fondato la compagnia Amor Vacui e collaborato con il Teatro Stabile del Veneto a numerosi progetti. Negli ultimi anni è stato curatore della rassegna Maddalene Factory e ha collaborato con l’Università degli Studi di Padova all’interno di eventi come autore e performer, in particolare insieme ad Andrea Pennacchi durante le celebrazioni per gli ottocento anni dell’Università, e ha condotto la decima edizione del TedXPadova.

Il suo coinvolgimento è stato prezioso per riuscire a costruire uno strumento di divulgazione e approfondimento che fosse anche di intrattenimento, per riuscire a rendere più accessibili contenuti importanti, veicolandoli in maniera creativa e leggera.

Per me è stata una bellissima sfida poter scrivere così tanto su un argomento così complesso, immedesimandomi nelle persone che vivono i cambiamenti.  –  spiega l’attore e poeta Lorenzo Maragoni  – Io ho vissuto a Padova molti anni e oggi, quando torno, la vedo sempre diversa e migliore. L’obiettivo della mia partecipazione al podcast è quello di raccontare il cambiamento, le sue necessità e soprattutto le difficoltà che si incontrano quando lo viviamo, ma per me questa è stata anche un’occasione per raccontare i luoghi di Padova, come l’Arcella o il Teatro Verdi, attraverso una serie di riflessioni con taglio ironico o poetico, che permettono di fare la controparte ai tanti contenuti di tipo tecnico.

Prima puntata

Ho da subito creduto in questo progetto e ho spinto perchè prendesse il via e ne vado fiero perchè penso che riuscire a comunicare le politiche di mobilità e la loro complessità sia fondamentale per riuscire a rendere partecipi i cittadini delle scelte della pubblica amministrazione, e a farle comprendere meglio. –  dichiara Carlo Andriolo, ospite della prima puntata del podcast, ex dirigente alla mobilità del Comune di Padova e oggi dirigente nel Comune di Vicenza – Grazie a questo fondo messo a disposizione dal Ministero siamo riusciti a raggiungere lo scopo in maniera innovativa: anziché realizzare il “solito” volantino, abbiamo costruito un prodotto che sono certo piacerà.