venerdì, 19 Aprile 2024
HomeVenezianoCavarzereZona industriale di Cantarana, Aggio: “Comune al lavoro per sbrogliare la complessa...

Zona industriale di Cantarana, Aggio: “Comune al lavoro per sbrogliare la complessa matassa burocratica”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Si tratta di una serie di questioni urbanistiche di complessa soluzione, ma il primo cittadino ribadisce: fin dal nostro insediamento abbiamo voluto dedicarci allo sviluppo dell’area

Il Comune di Cona punta a sviluppare la zona industriale del paese. La zona industriale di Cantarana infatti è un luogo attivo e vivo con numerose aziende fiore all’occhiello del territorio. I problemi però, sottolinea il sindaco Alessandro Aggio, non sono stati risolti.

“Purtroppo – sottolinea il primo cittadino in carica – da oltre 15 anni l’area industriale confina con quella che doveva essere la sua espansione: un’area di circa 30 ettari, con strade e sotto servizi già costruiti, ma mai giunta al collaudo per il fallimento di Cosecon”.

Il Comune di Cona sta lavorando per poter trovare delle soluzioni adeguate, ma certo non è semplice. “L’ufficio tecnico del Comune dal 2020 – spiega – è alle prese con una matassa da sbrogliare fatta da varianti urbanistiche da rivedere e completare, progetti idraulicida intraprendere e la previsione di un parco fotovoltaico necessario per il completamento dell’opera di collaudo di tutta l’area”.

Ilsindaco va nel dettaglio. “A breve – assicura Aggio – l’ingegnere incaricato dell’aspetto idraulico presenterà il progetto da lui studiato per la grande vasca di laminazione necessaria per garantire l’invarianza idraulica dell’area. Questa vasca sorgerà in un’area cheverrà donata al comune da Chiron, la ditta che ha acquistato i 30ettari all’asta per creare un parco fotovoltaico”.

Sempre nelle prossime settimane l’urbanista che creò la zona industriale presenterà il suo studio riguardo la nuova variante per l’urbanizzazione della viabilità dell’area così da poterla finalmente aprirla al pubblico. Il sindaco ammette la difficoltà del compito da portare avanti per poter dare soluzione ad un problema per il territorio che si sta prolungando da fin troppo tempo.

“Si tratta di un lavoro burocratico enorme – conclude il sindaco – ma come amministrazione comunale abbiamo fin dal nostro insediamento voluto dedicarci allo sviluppo della zona industriale, consci che solo dove c’è il lavoro arrivano avivere le famiglie e può crescere il paese. Si tratta però di una visione che le ultime amministrazioni non hanno dimostrato di voler perseguire”.

Quasi sicuramente va detto, la questione della zona industriale di Cantarana entrerà nel dibattito tra le forze politiche per la prossima campagna elettorale in arrivo.

Alessandro Abbadir