sabato, 25 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneto orientaleAl via il G20Spiagge, a Caorle il summit delle località balneari

Al via il G20Spiagge, a Caorle il summit delle località balneari

Tempo di lettura: 2 minuti circa

“Maris Futuri: progettare la complessità” è il tema dell’edizione di quest’anno del summit che riunisce le 20 principali spiagge italiane

Piazza Vescovado a Caorle

Caorle si prepara a ospitare il G20Spiagge, in programma da domani al 19 aprile. Si tratta dell’appuntamento in cui si ritrovano, per confrontarsi sulle tematiche comuni, le amministrazioni delle 20 principali località balneari italiane che da sole attraggono 50 milioni di presenze turistiche, il 12% delle presenze complessive in Italia. Tra queste località, Cavallino-Treporti, Jesolo, San Michele al Tagliamento-Bibione, Chioggia-Sottomarina e, per l’appunto, Caorle. Il “Destination Summit” delle comunità marine è giunto alla settima edizione.

L’edizione 2024 è intitolata “Maris Futuri: progettare la complessità”, facendo riferimento alle sfide che il futuro riserva al turismo costiero, per cui si rende indispensabile tracciare progettualità nel presente.

“Credo che questo appuntamento nazionale sia un vero e proficuo momento di approfondimento per tutti noi – dichiara Roberta Nesto, Sindaco di Cavallino Treporti e coordinatrice nazionale del G20Spiaggela crescita del nostro network è indispensabile per le nostre Amministrazioni: abbiamo necessità di progettare insieme e insieme proporre soluzioni alle nostre comunità e al mercato turistico. Questi giorni a Caorle rappresentano un grande valore per il nostro cammino”.

G20Spiagge, il sindaco Sarto: “Grande opportunità per Caorle”

L’evento, che è cresciuto in qualità con il coinvolgimento attivo delle Amministrazioni comunali che compongono il network G20Spiagge, ha raggiunto il maggior numero di presenze dall’anno della sua ideazione: quasi 10 ospiti per ogni Comune e da tutta la penisola, guidati dai loro sindaci, saranno pronti a sedersi ai tavoli di confronto organizzati a Caorle dall’Amministrazione Comunale, assieme ad esperti di politiche turistiche nazionali ed internazionali.

“Caorle è orgogliosa di ospitare la settima edizione del Destination Summit delle Comunità Marine italiane – ha commentato il sindaco di Caorle, Marco Sarto  – Abbiamo colto l’occasione di poter essere sede ospitante, perché confidiamo che sia proprio questo il Summit decisivo nel percorso di riforma legislativa verso il riconoscimento dello Status di Comunità Marine che il network G20Spiagge sta promuovendo. Raggiungere questo obiettivo darebbe l’opportunità a località come Caorle di disporre delle competenze e delle risorse adeguate a poter rispondere alle sfide “del mare del futuro”, parafrasando il titolo scelto per il nostro Summit. Siamo pronti ad accogliere i rappresentanti di tutti gli altri Comuni turistici balneari, che saranno presenti a Caorle dal 17 al 19 aprile per vivere un importante momento di confronto e dialogo su tematiche che accomunano queste realtà, strategiche per il successo del turismo italiano”.