sabato, 18 Maggio 2024
HomeVenetoAttualitàAutonomia: tante bocciature agli emendamenti presentati, ma si punta all'approvazione definitiva della...

Autonomia: tante bocciature agli emendamenti presentati, ma si punta all’approvazione definitiva della legge entro le europee

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Nel frattempo al presidente della Camera Lorenzo Fontana è stata inviata una lettera per chiedere più tempo per esaminare il disegno di legge Calderoli

Procede a ritmi spediti il lavoro della commissione affari costituzionali della Camera dei Deputati per il disegno di legge Calderoli, la legge di attuazione sull’autonomia differenziata.

Sono stati presentati 2.400 emendamenti dalle minoranze in Parlamento, alcuni, circa 250, sono già stati bocciati nel dibattito di ieri e per l’intera giornata la commissione procederà ad esaminare gli altri, puntando a chiudere il lavoro preparatorio entro sabato pomeriggio alle 18. È quella l’ora fissata per dare il mandato ai tre relatori in aula a Montecitorio: Alberto Stefani, segretario regionale veneto della Lega, Paolo Emilio Russo di Forza Italia e Alessandro Urzì di Fratelli d’Italia.

L’obiettivo della maggioranza è di iniziare il dibattito in aula lunedì 29 e avere l’approvazione definitiva della legge prima delle elezioni europee dell’8 e 9 giugno.

Da parte delle opposizioni è possibile delle prossime ore un forte ostruzionismo che però il regolamento consente di evitare contingentando i tempi per la discussione.

Uno dei punti critici riguarda le materie non legate ai livelli essenziali delle prestazioni, che le opposizioni vorrebbero congelare fino alla definizione completa dei criteri. Nel frattempo al presidente della Camera Lorenzo Fontana è stata inviata una lettera per chiedere più tempo per esaminare il disegno di legge Calderoli.

Le più lette