martedì, 21 Maggio 2024
HomeVenezianoRiviera del BrentaBilancio di previsione, a Mira garantite risorse a sociale, famiglie e giovani

Bilancio di previsione, a Mira garantite risorse a sociale, famiglie e giovani

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il bilancio di parte corrente è una manovra che quest’anno supera i 28 milioni di euro

Via libera del consiglio comunale di Mira al bilancio di previsione nelle scorse settimane. A spiegare i provvedimenti che sono stati presi è il sindaco di Mira Marco Dori.

“Come sempre, – spiega Dori – c’è massima attenzione al sociale e alle famiglie, ai giovani e agli anziani, ma anche alcune novità rispetto al bilancio precedente”.

Ad illustrare nel dettaglio i provvedimenti presi dall’ente è l’assessore al bilancio Renato Martin. “Il bilancio di parte corrente, che rappresenta la quotidianità dell’ente – spiega Martin – quest’anno supera i 28 milioni di euro, garantendo come sempre importanti risorse per il sociale, l’istruzione, l’ambiente, la cultura ma anche per la promozione del territorio, dello sport e per la diversificazione delle fonti energetiche”.

Tra le novità presenti nel bilancio, così si segnalano stanziamenti ad hoc per la creazione delle comunità energetiche e per la mobilità casa-scuola-lavoro, ma anche il finanziamento di concorsi di idee per favorire il dibattito su alcune aree strategiche, come l’area dell’ex campo da rugby, dove a breve inizieranno i lavori di costruzione della nuova Casa della Comunità-Distretto Sanitario. Sono confermati gli investimenti già deliberati a novembre, con interventi per strade, ponti, scuole, illuminazione pubblica, parchi e impianti sportivi.

Altro punto chiave, le risorse per assunzioni di nuovo personale. “Vengono stanziate risorse per rafforzare la macchina comunale con nuove assunzioni – spiega l’assessore Martin –. Il tutto senza perdere di vista la necessità di procedere con manutenzioni ordinarie e straordinarie per affrontare le tante criticità ancora presenti”.

Nessuna variazione per quanto riguarda le imposte, con il bilancio comunale che comunque ha dovuto registrare e assorbire i tagli delle risorse ai comuni decisi dal Governo, che per Mira valgono dai 100 ai 150mila euro in meno all’anno per i prossimi anni. Il Comune di Mira sottolinea come quelle risorse abbiano fatto comodo anche per le esigenze della cittadinanza e che purtroppo invece non sono a disposizione.

“Purtroppo – spiega l’assessore Martin – si tratta di risorse che ci avrebbero fatto comodo per dare ulteriori servizi e risposte ai cittadini ma monitoreremo come sempre la situazione nel corso dell’anno cercando di incrementare gli stanziamenti laddove serva, proseguendo sulla strada della generale riduzione dell’indebitamento dell’ente e facendo il possibile per azzerare le iniziali previsioni di accensione di nuovi mutui in un periodo come quello attuale caratterizzato da alti tassi di interesse”.

Fra le emergenze di cui Mira cronicamente soffre c’è quella legata alla emergenza abitativa con tante famiglie che non hanno la possibilità di pagare l’affitto e accumulano così sfratti per morosità.

Alessandro Abbadir