sabato, 18 Maggio 2024
HomeRodiginoAdriaBilancio di previsione, Simoni: "Prudenti, ma vicini e attenti alle esigenze degli...

Bilancio di previsione, Simoni: “Prudenti, ma vicini e attenti alle esigenze degli abitanti di Adria”

Tempo di lettura: 3 minuti circa

La riduzione della capacità di spesa è dovuta anche ai mutui assunti nell’esercizio 2022: “Mutui di 50mila euro per acquisto casa Maddalena a Bottrighe e 300mila euro per gli asfalti fatti in periodo elettorale dall’ex sindaco Barbierato, che impattano per oltre 30mila euro in interessi passivi”

“Un bilancio basato su previsioni congrue, veritiere, attendibili. Basato su logiche di prudenza ma non per questo non rivolto alle giuste attenzioni che, in momenti di crisi come questo, meritano i nostri cittadini e le nostre imprese”. Descrive così il bilancio di previsione 2024 del Comune di Adria il vicesindaco Federico Simoni.

“Non abbiamo aumentato neanche una tariffa dei servizi a domanda individuale, quali asilo nido, pulmini, mensa, e servizi cimiteriali, anzi andando in diminuzione delle sanzioni in caso di ritardo o omesso pagamento della tassa di pubblicità, e addirittura riducendo l’Imu per gli imprenditori agricoli”, tiene a sottolineare il vicesindaco, che tra gli aspetti caratterizzanti il bilancio 2024 evidenzia la riduzione della capacità di spesa dovuta al taglio della spending review. “Sacrificio che il Governo Meloni ha richiesto alle pubbliche amministrazioni quale concorso alla spesa pubblica per finanziare le misure economiche rivolte alle classi meno abbienti: abbiamo accantonato circa 82.000 euro”, spiega Simoni.

Ma la riduzione della capacità di spesa è dovuta anche ai mutui assunti nell’esercizio 2022. “Mutui di 50mila euro per acquisto casa Maddalena a Bottrighe e 300mila euro per gli asfalti fatti in periodo elettorale dall’ex sindaco Barbierato, che impattano per oltre 30mila euro in interessi passivi”.

“Le principali voci di spesa della manovra di bilancio appena approvata – illustra Simoni – saranno: 200mila euro per la manutenzione del verde pubblico (mentre nel bilancio 2023 di Barbierato la previsione iniziale ammontava a 99mila euro), potendo così in questi giorni procedere con le gare d’appalto,  evitando le problematiche dell’erba alta che abbiamo avuto la primavera/estate dello scorso anno; 95mila euro stanziati per la stagione teatrale, che a partire dalle prossime settimane vedrà garantiti tutti gli spettacoli sino a fine anno; oltre 20mila euro destinati a contributi per le associazioni, andando così, come già abbiamo fatto a fine 2023, in controtendenza rispetto alla giunta Barbierato che aveva pesantemente tagliato questi contributi”.

“Abbiamo confermato i contributi  alle scuole paritarie per 65mila euro, più altri 5mila per le agevolazioni Tari, misura doverosa nei confronti dell’ottimo lavoro che le maestre e queste scuole fanno per i nostri bambini – prosegue il vicesindaco –. Abbiamo voluto andare incontro alle difficoltà del settore commercio ambulante senza metterle a carico diretto della cittadinanza, sostenendo le spese per la pulizia dei mercati settimanali (circa euro 6mila euro)”.

Sostegno anche alle politiche a favore del personale dipendente: 40mila euro per l’adozione dei buoni pasto elettronici per i dipendenti che hanno il rientro pomeridiano.

Non solo. Oltre 300mila euro per asfaltature, 240mila euro per la manutenzione degli immobili comunali e oltre 6 milioni di euro sono destinati al sociale.

“Inoltre, abbiamo ottenuto a fine 2023 tre contributi regionali per la manutenzione immobili, per un totale di 130mila euro che andranno alla scuola primaria Anna Frank, al teatro comunale, alla sede municipale e alla videosorveglianza e le attrezzature destinati al settore della polizia locale”.

“Posso considerarmi soddisfatto di questa manovra – conclude Simoni – che, seppur in mezzo a mille difficoltà economiche e finanziarie, dimostra quanto questa amministrazione sia vicina alle reali necessità dei cittadini e delle imprese, delle nostre famiglie e dei nostri giovani. È la prima manovra finanziaria targata “Bobo quater”, e sarà mia cura monitorarne costantemente l’andamento e l’impatto che avrà sul nostro territorio, apportando le eventuali modifiche e migliori che di volta in volta si renderanno necessarie”.