venerdì, 24 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneto orientaleCaorle e San Stino siglano in Prefettura il patto sulla sicurezza

Caorle e San Stino siglano in Prefettura il patto sulla sicurezza

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Si è riunito anche il Comitato provinciale per l’ordine pubblico per affrontare la situazione in vista dell’estate sul litorale

Da sx: Luca Antelmo, il prefetto Pellos e Gianluca De Stefani

Prefettura di Venezia e Comuni di Caorle e San Stino hanno firmato il Patto per l’attuazione della sicurezza urbana, che prevede di promuovere azioni integrate e progetti specifici per la prevenzione e il contrasto della criminalità diffusa, attraverso il rafforzamento dei sistemi di controllo del territorio, anche con l’impiego di nuove tecnologie, l’implementazione della videosorveglianza e il potenziamento dei meccanismi di interscambio informativo tra le forze di polizia statali e le polizie Locali.

A sottoscrivere l’accordo sono stati il prefetto di Venezia, Darco Pellos, il vicesindaco di Caorle Luca Antelmo e il sindaco di San Stino, Gianluca De Stefani.

“Sotto l’aspetto operativo, la Polizia locale si impegna a incrementare sui rispettivi territori comunali la predisposizione di servizi integrati con le Forze dell’Ordine, tramite l’azione di coordinamento del Prefetto, esercitata nella sede istituzionale del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica”, spiega una nota. Sarà costituita anche una cabina di regia, coordinata dalla Prefettura, per monitorare l’attuazione del patto. Un gruppo di lavoro si occuperà, nello specifico, degli aspetti connessi alle progettualità di videosorveglianza e nuove tecnologie, per garantire ogni utile supporto tecnico.

In sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica è stato approvato anche il progetto di implementazione edei sistemi di videosorveglianza nei due Comuni di Caorle e San Stino, che insieme formano il Distretto di Polizia locale VE1B.

Il Comitato per l’ordine pubblico approva i progetti per aumentare la videosorveglianza

Il Comitato ha, inoltre, analizzato con gli Amministratori locali dei Comuni del Veneto orientale la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica, anche in vista dell’approssimarsi della stagione estiva. Lo stesso tema sarà trattato, in una prossima seduta del Comitato, con gli altri Comuni della Città Metropolitana, con specifico riferimento alle problematiche che caratterizzano le località balneari nelle stagioni estive.

Alla riunione del Comitato hanno partecipato anche gli Amministratori locali dei Comuni di Ceggia, Fossalta di Portogruaro, Marcon, Pramaggiore e Stra, che hanno presentato i progetti di ampliamento, nei rispettivi territori, dei sistemi di videosorveglianza. Dopo l’istruttoria tecnica della Prefettura, i piani sono stati approvati in sede di Comitato. Adesso i progetti saranno inviati al Ministero dell’Interno per un possibile cofinanziamento.

Giovanni Monforte