sabato, 25 Maggio 2024
HomeVenetoAttualitàIl Veneto riparte dallo sport: in arrivo 8 milioni per riqualificare l'impiantistica...

Il Veneto riparte dallo sport: in arrivo 8 milioni per riqualificare l’impiantistica del territorio

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Approvata la delibera regionale al bando per assicurare agli sportivi veneti strutture moderne, favorendo l’innovazione tecnologica, il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale

Corazzari
Corazzari

“Impianti sportivi efficienti e moderni sono il primo passo per promuovere lo sport a tutti i livelli, un obiettivo che si è posta la Regione del Veneto con la legge regionale 8 del 2015″. Annuncia così l’assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari, l’approvazione, avvenuta oggi con delibera di Giunta Regionale, su propria proposta, di un bando del valore di 8 milioni di euro per interventi di riqualificazione dell’impiantistica sportiva con l’obiettivo di assicurare agli sportivi veneti strutture sportive moderne, favorendo l’innovazione tecnologica, il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale. Un intervento che è previsto dal Piano esecutivo annuale per lo sport 2024

“Quest’anno, in cui il Veneto ha ottenuto da Aces Europe il riconoscimento di Regione Europea dello Sport 2024, saranno investiti nello sport 27 milioni di euro, di cui 24,7 milioni dedicati all’impiantistica sportiva e la parte restante alla pratica sportiva, tra supporto alle associazioni nell’acquisto di materiali e nell’organizzazione di eventi sportivi” prosegue Corazzari.

Potranno presentare domanda gli enti pubblici territoriali, nonché le associazioni dei comuni, unioni dei comuni, comuni consorziati, anche per interventi parziali di un progetto più complesso, a condizione che l’intervento realizzato sia funzionalmente autonomo e indipendente delle altre parti del progetto generale. La domanda dovrà essere riferita a opere strutturali per la messa in sicurezza sismica, interventi di efficientamento dell’edificio, interventi per il superamento delle barriere architettoniche, interventi su aree e percorsi attrezzati destinati all’attività sportiva, impianti elettrici, impianti idrotermosanitari, efficientamento dell’illuminazione degli impianti.

Le più lette