sabato, 18 Maggio 2024
HomeElezioniInclusione e partecipazione: Elena Stocco si candida per costruire il futuro...

Inclusione e partecipazione: Elena Stocco si candida per costruire il futuro di Preganziol “insieme”

Tempo di lettura: 4 minuti circa

Trentotto anni e tanto entusiasmo, Stocco ha rivestito numerosi e differenti incarichi politici a Preganziol: punta ora alla carica di sindaca

Paolo Galeano cede il passo a Elena Stocco. Sarà lei a guidare la lista dell’attuale sindaco in vista delle elezioni amministrative di Preganziol dell’8 e 9 giugno.

Trentotto anni e tanto entusiasmo, Stocco ha rivestito nel primo mandato Galeano il ruolo di consigliere comunale e capogruppo di maggioranza, per ricoprire poi dal 2019 la carica di assessore alle Politiche sociali e alle Pari opportunità. Punta ora alla carica di sindaca, al femminile: se fosse eletta, infatti, Stocco segnerebbe una novità per Preganziol. Abbiamo voluto approfondire.

Cosa l’ha spinta a candidarsi?

L’assessorato di cui attualmente mi occupo è impegnativo ma molto stimolante. Mi ha dato la possibilità di approcciarmi alle tematiche importanti del territorio in anni nient’affatto semplici. È stato un periodo di forte crescita per il nostro gruppo, che si è rafforzato e che ha visto legami e collaborazioni farsi più solidi. Ho quindi deciso di fare un passo in più per dare seguito a questa esperienza e continuare a costruire insieme il futuro di Preganziol.

“Insieme” è una parola a lei molto cara. Perché?

È il mantra con cui abbiamo lavorato in questi anni: insieme anzitutto al supporto dei colleghi assessori e consiglieri, non solo preganziolesi ma anche dei comuni limitrofi, ma anche insieme alla comunità. Collaborare con tutto ciò che ci circonda è stato ciò a cui abbiamo puntato, costruendo progetti trasversali fra i vari assessoratie creando tavoli connessi fra loro per offrire servizi più funzionali e coordinati. Insieme abbiamo affrontato i problemi, anche a livello sovracomunale, lavorando anche con altri colleghi a prescindere dalla loro appartenenza politica, con uno sguardo più ampio d’insieme che è stato per me una palestra formativa: questa è la strada che voglio continuare a portare avanti.

Una candidatura nel segno della continuità, dunque. Ma ci saranno anche delle novità?

Sì. Di sicuro punteremo a una sempre maggiore inclusività. Il nostro gruppo si è consolidato e comprende componenti moderate molto importanti che rappresentano una sensibilità politica che si apre verso il centro. Pur mantenendo sempre un impianto civico, abbiamo interlocuzioni anche con il mondo del Movimento 5 Stelle, che avvalora ulteriormente la nostra forte visione di comunità e inclusione sociale.

Se fosse eletta, su cosa verterebbe la sua attenzione nei primi 100 giorni di mandato?

Costruiremo in queste settimane il programma in maniera partecipata, ma abbiamo anche delle opere e dei progetti già in esecuzione e il nostro obiettivo primario sarebbe portarliavanti. Punteremmo soprattutto sulla ciclabilità, incrementando quanto già è stato fatto, ma anche sugli spazi pubblici intesi come punti di riferimento per le associazioni.

Come immagina la sua città nel futuro?

Immagino una Preganziol attrattiva per le giovani famiglie, con buoni collegamenti dal punto di vista della mobilità, sia ferroviaria che di trasporto pubblico locale, ma che sia anche un polmone verde alle porte di Treviso, attento ai temi della sostenibilità e del rispetto ambientale e paesaggistico – e su questo stiamo già lavorando dal punto di vista urbanistico –, senza perdere di vista il tema del turismo.

Perché scegliere la sua squadra?

Per la credibilità e l’entusiasmo che ci caratterizza. Vogliamo coinvolgere la comunità, creando una cittadinanza attiva, fatta di persone che amano il proprio territorio. Sento un profondo bisogno di serenità e rassicurazioni fra i cittadini ed è questo che voglio dare loro.

Galeano: “Dopo dieci anni lascio il Comune in mani degne”

È stato un momento di profonda commozione quello che ha visto il sindaco Paolo Galeano introdurre alla cittadinanza la candidata sindaco Elena Stocco.

“Dopo dieci anni di impegno per il territorio sappiamo il valore di ciò che si è fatto e lo si vorrebbe lasciare in mani degne di portare avanti il percorso con valori e ideali che tengano alte le prospettive del Comune – ha affermato Galeano –. Sono stati anni difficili, ma abbiamo raggiunto obiettivi importantissimi perché non abbiamo fatto fatica a trovare un’intesa”.

“Dopo dieci anni le energie vengono umanamente meno e c’è bisogno di ricambio e  rinnovo – ha continuato il sindaco –, ma si ha paura che queste cose cadano in mano di chi fa dell’ambizione personale il primo obiettivo per guidare un comune, o di chi pensa di poter scegliere le sorti di una comunità con progetti distanti dalla comunità stessa. A me tuttavia torna la serenità quando vedo il volto che abbiamo scelto per rappresentare il Comune nei prossimi cinque anni”.

“Ci aspetta un percorso difficile che richiede forte impegno – ha concluso Galeano, con un augurio alla candidata –. Cara Elena, qualunque cosa tu possa fare o pensare di poter fare, incominciala, perché l’audacia ha in sé genio, potere e magia: incominciamola adesso”.

Gaia Zuccolotto

Le più lette