mercoledì, 22 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneto orientaleJesolo mette il "silenziatore" ai cantieri per il riposo dei vacanzieri

Jesolo mette il “silenziatore” ai cantieri per il riposo dei vacanzieri

Tempo di lettura: 2 minuti circa

ll provvedimento riguarda il periodo dei ponti tardo primaverili: Ascensione, Pentecoste e Corpus Domini. Soddisfatta l’Aja

Vista del litorale di Jesolo dall’alto

Vacanze al riparo dai rumori per chi deciderà di trascorrere a Jesolo un periodo di riposo in occasione dei ponti di primavera, sperando il meteo lo permetta. La giunta comunale ha deciso di accogliere le richieste, avanzate più volte anche dall’Associazione Jesolana albergatori, per una regolamentazione in tema di inquinamento acustico dei cantieri edili aperti in alcune aree sensibili della città. Quindi, niente lavori durante l’Ascensione (10 e 11 maggio), la Pentecoste (16, 17 e 18 maggio) e il Corpus Domini (il 30 e 31 maggio) ed esclusione dalla possibilità di deroga (quindi chiusura dei cantieri) anche nell’intera giornata di sabato a partire dal 16 maggio. I periodi individuati sono quelli, in particolare, cari ai turisti di lingua tedesca.

“Un punto d’incontro frutto di incontri avuti tra Aja e amministrazione comunale – spiega il presidente Aja, Pierfrancesco Contariniche, da parte sua, ha dimostrato di avere una chiara visione turistica, sensibilità, ma anche capacità di accogliere i suggerimenti da parte di chi, come noi, rappresenta la principale categoria della città. Quindi, grazie al sindaco Christofer De Zotti, all’assessore al turismo Alberto Maschio, all’assessore all’edilizia privata Martina Borin e a tutta la Giunta Comunale per avere dato seguito alle nostre richieste e ai nostri suggerimenti, tesi ad andare incontro alle esigenze di tutti”.

Aja ha, inoltre, chiesto e ottenuto di essere coinvolta per seguire le aziende associate ai singoli tavoli di concertazione che verranno convocati tra i soggetti coinvolti, per affrontare alcune situazioni di criticità. I primi appuntamenti in tal senso si sono già tenuti presso gli Uffici Comunali.

“Il coinvolgimento e il confronto – conclude il presidente Contarini – è e dovrebbe sempre essere alla base per affrontare le tematiche e le problematiche che riguardano la nostra categoria ed in generale la città. In questo modo si possono raggiungere gli obiettivi prefissati”.