sabato, 25 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneziaLa mostra "Le ali della Polizia" aperta ai visitatori nell'aeroporto Marco Polo...

La mostra “Le ali della Polizia” aperta ai visitatori nell’aeroporto Marco Polo di Venezia

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Lo scopo è di celebrare i primi cinquant’anni di volo della Polizia dal 1971 al 2021 con sedici immagini del fotografo Sestini

La mostra fotografica itinerante “Le ali della Polizia” di Massimo Sestini, “atterra” oggi anche all’aeroporto Marco Polo di Venezia, dove resterà ospitata per i prossimi 30 giorni. Le splendide immagini sono state catturate dal fotografo di fama internazionale Massimo Sestini che, nella sua lunga carriera iniziata nel 1978, ha raccontato i costumi, la politica e la società italiana ed internazionale attraverso reportage che sono stati pubblicati sulle prime pagine dei principali giornali internazionali Paris Match, Time, Life, Newsweek, The New York Times, Herald Tribune, El Pais, Le Monde, Le Figaro, The Times.

La rassegna è posizionata nel Moving Walkway che collega l’aerostazione alle darsene e, pertanto, punto di transito notevole per i passeggeri in partenza e in arrivo nello scalo lagunare.

L’esposizione ha lo scopo di celebrare i primi cinquant’anni di volo della Polizia di Stato dal 1971 al 2021. Le sedici immagini in mostra sono tratte da un libro celebrativo, pubblicato in occasione di questo anniversario e raccontano la storia dei poliziotti volanti i quali, dal loro punto di vista privilegiato, hanno potuto ammirare le bellezze del nostro Paese.

L’inaugurazione della mostra si è svolta ieri pomeriggio 17 aprile, alla presenza del Questore di Venezia, Gaetano Bonaccorso, dei rappresentanti della società di gestione aeroportuale S.A.V.E., della Dirigente della Polizia di Frontiera, Rosanna Conte e di personale del X Reparto Volo di Venezia, che ha saputo raccontare ai presenti la storia dietro la realizzazione di molti di quegli scatti.

Per l’occasione, inoltre, ha preso parte all’inaugurazione della mostra in qualità di primo visitatore d’eccezione il Sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura Lucia Borgonzoni, la quale si trovava in transito presso l’aeroporto di Venezia in occasione dell’inaugurazione della Biennale.

Riccardo Musacco