mercoledì, 22 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneziala Polizia di Stato di Venezia mette a segno importanti operazioni, 5...

la Polizia di Stato di Venezia mette a segno importanti operazioni, 5 arresti e un’espulsione

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Importanti risultati raggiunti in pochi giorni da parte degli uomini della Questura di Venezia tra Mestre e Marghera

Importanti operazioni concluse con successo nei giorni scorsi dalla Polizia di Stato di Venezia. Gli agenti della Questura lagunare, infatti, sono riusciti ad arrestare 5 soggetti sospettati di reati di varia natura che gravitavano nella zona del quadrilatero di Via Piave e nelle zone di Marghera che negli ultimi tempi erano state teatro di episodi criminali che avevano messo in allarme la cittadinanza.

Un risultato notevole, conseguito, in linea con una consolidata strategia di intervento mirato, posta in essere dagli uomini della Squadra Mobile di Venezia, con il contributo di personale dei Commissariati di Mestre e Marghera, in collaborazione con la Squadra Volanti.

Il primo fermo ha riguardato un cittadino straniero di origini magrebine ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. Il tutto in via Piave dove l’uomo che si aggirava con fare sospetto è stato seguito e colto sul fatto di cedere droga ad un potenziale acquirente. Individuato anche un nascondiglio dove il soggetto deteneva occultate ben 26 dosi di cocaina.

I poliziotti del Commissariato di Mestre, poi, sono infatti riusciti a individuare il presunto autore di un tentato omicidio avvenuto lo scorso febbraio presso un bar nella zona di Corso del Popolo a Mestre, quando si era verificato l’accoltellamento del titolare e del dipendente dell’esercizio commerciale.

Infine, la Squadra Volanti della Questura in soli due giorni ha tratto in arresto 3 soggetti e garantendo l’espulsione di uno di essi, trovato irregolare sul territorio nazionale. Si trattava di un un cittadino marocchino, presunto autore di un furto ai danni di una donna. Gli altri due di nazionalità rumena, avrebbero aggredito e ferito al capo con un coltello un uomo per sottrargli del denaro.

Riccardo Musacco