martedì, 21 Maggio 2024
HomeVicentinoVicenzaMaxi frode sui fondi Pnrr in Italia e all'estero: 23 arresti e...

Maxi frode sui fondi Pnrr in Italia e all’estero: 23 arresti e sequestri per 600 milioni. L’indagine della magistrata vicentina Donata Costa

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Donata Costa ha l’incarico di procuratrice europea delegata per il Nordest con ufficio a Venezia

Donata Patricia Costa, procuratrice europea delegata a Venezia

Maxi frode in Italia e all’estero, 23 misure cautelari, sequestri per 600 milioni. Lo annuncia una nota di Lapresse che parla, appunto, della scoperta di una maxi frode ai danni dell’Unione Europea su fondi Pnrr.

I finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza di Venezia e del nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie, con il supporto del servizio centrale investigazione criminalità organizzata (Scico) e del nucleo speciale tutela privazione e frodi tecnologiche hanno eseguito un’ordinanza di misure cautelari personali nei confronti di 23 persone emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Roma su richiesta del procuratore europeo delegato dell’ufficio di Venezia, la vicentina Donata Costa.

Sono stati effettuati sequestri preventivi per oltre 600 milioni di euro. Oltre che l’intero territorio nazionale le operazioni hanno interessato diversi Paesi europei con il coinvolgimento delle forze di polizia Slovacchia rumene e austriache.