venerdì, 24 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneto orientaleNoventa di Piave, scatta la sistemazione di via Roma

Noventa di Piave, scatta la sistemazione di via Roma

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Cantieri da lunedì 22 aprile, l’intervento riguarderà il completamento della ciclabile, il rifacimento di tratti di fognature e l’asfaltatura

Il centro di Noventa di Piave

Al via lunedì, 22 aprile, i lavori di sistemazione di via Roma (la Sp.83) in territorio di Noventa di Piave. L’intervento più importante riguarda il completamento del percorso ciclopedonale verso San Donà. Il primo tratto, a ridosso del centro di Noventa, è già stato realizzato dal Comune. Adesso si tratterà di realizzare il restante tratto, che dalla rotatoria di via Ca’ Memo conduce fino al confine con il territorio di San Donà, all’altezza del semaforo con via Marmolada. L’intervento è promosso dalla Città metropolitana, in collaborazione con il Comune e Veritas, per la parte relativa alla rete fognaria.

La ciclabile si colloca sul lato destro di via Roma. Il costo dell’intervento è di 820 mila euro. Mentre la durata del cantiere è stimata in quattro mesi, con la conclusione prevista dopo Ferragosto.

La nuova ciclopedonale, lunga circa 900 metri, avrà una larghezza di m 2.60 che consente la bi direzionalità ciclabile. Sarà pavimentata, come il primo tratto, in asfalto.

Lavori in via Roma, prevista anche la messa in sicurezza delle fermate Atvo

Lungo il percorso, la ciclabile incrocerà le vie Collodi, Goito, Nardini, Cester, Leopardi, Parini, Da Vinci e Tasso, oltre ad alcune superfici commerciali utilizzate a parcheggio. A protezione dei ciclisti e dei pedoni dalla carreggiata stradale è prevista una aiuola in acciottolato. Cordonate a raso di contenimento della pavimentazione saranno posizionate in prossimità degli accessi e delle aree private.

Verranno, inoltre, messe in sicurezza le fermate dei bus Atvo mediante la messa in quota delle zone soggette a salita e sbarco dei passeggeri, raccordate con il percorso ciclopedonale. Lungo il percorso risultano individuate alcune superfici organizzate a parcheggio, con posti auto riservati alle persone disabili.

“L’impianto fognario per lo smaltimento delle acque meteoriche”, concludono dalla Città metropolitana, “verrà integrato con nuovi pozzetti e caditoie collegati a “bocca di lupo” alla rete consortile esistente ed, inoltre, è prevista la predisposizione per la futura linea dell’illuminazione pubblica, per la quale vengono posti in opera i plinti di sostegno dei punti luce e corrugati per la linea elettrica. L’intervento prevede anche il rifacimento della linea di adduzione idrica ricompresa tra via Visentin e via Gondulmera, con una nuova rete di competenza Veritas, con i relativi allacciamenti delle strade laterali e delle utenze esistenti. Infine, si prevede il rifacimento delle asfaltature che interesseranno la sede stradale, nel tratto compreso tra il centro di Noventa fino al confine con il Comune di San Donà e conseguente rifacimento della segnaletica stradale”.

Giovanni Monforte