domenica, 21 Aprile 2024
HomePadovanoPadovaOperazione Pasqua sicura: rafforzamento controllo dei Carabinieri

Operazione Pasqua sicura: rafforzamento controllo dei Carabinieri

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Pasqua sicura: due patenti ritirate per alcol e altrettanti locali sanzionati

I carabinieri del comando provinciale di Padova, coordinati dal colonnello Michele Cucuglielli, come definito in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, hanno predisposto un rafforzamento dei servizi esterni perlustrativi e di vigilanza in occasione delle festività pasquali.

L’obiettivo è stato quello di incrementare il livello di sicurezza in tutta la provincia, in ragione del notevole aumento della circolazione di persone, determinato anche dall’elevata affluenza di turisti sul territorio.

 

I controlli

L’articolato dispositivo dell’Arma, concentrato soprattutto nelle località a maggior richiamo di visitatori, con pattuglie sia a piedi che a bordo di veicoli, ha visto l’impiego dei militari delle 5 Compagnie Carabinieri dislocate nella provincia di Padova, dei reparti speciali A.P.I. (Aliquota di Primo Intervento, impiegata prevalentemente in attività di prevenzione “antiterrorismo”) e S.I.O. (Squadre Intervento Operativo del 4° Battaglione Veneto di Mestre, con compiti di supporto all’Arma territoriale nei servizi di controllo del territorio).

All’attività di prevenzione svolta dal comando provinciale ha contribuito anche il locale gruppo carabinieri Forestali, in particolare nelle aree collinari e boschive della provincia, come il parco regionale dei Colli Euganei, soprattutto al fine di prevenire incendi e abbandono di rifiuti.

I controlli, mirati al contrasto di ogni forma di illegalità e degrado, si sono concentrati in particolare davanti ai luoghi di culto e sulle principali arterie stradali, allo scopo di assicurare il regolare flusso dei veicoli in transito e prevenire possibili violazioni alle norme che regolano il codice della strada.

I numeri dell’attività

Ad Abano Terme, nell’area pedonale cittadina, meta di significativo afflusso turistico in occasione delle festività pasquali, è stata impiegata anche la Stazione Mobile, nell’ottica di rendere ancor più tangibile la presenza dell’Arma tra la collettività, oltre a vari equipaggi predisposti al controllo di luoghi di maggiore aggregazione di visitatori, come Passo Fiorine.

Una particolare attenzione è stata anche dedicata a garantire il regolare svolgimento delle numerose manifestazioni religiose in tutta la provincia che, come di consueto, hanno richiamato un ingente afflusso di fedeli.

Nel complesso, il comando provinciale di Padova e le sue articolazioni sul territorio hanno svolto un totale di 467 servizi, nel corso dei quali hanno identificato 1.320 persone, controllato 720 veicoli. Effettuati rilievi su 18 incidenti stradali, di cui 4 con feriti. Inoltre, sono state denunciate all’autorità giudiziaria tre persone, ritirate 2 patenti di guida, contestate 22 contravvenzioni al Codice della Strada e segnalata una persona all’autorità prefettizia, quale assuntore di sostanze stupefacenti.

I principali interventi

Nel corso del servizio, i militari dell’Arma hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Padova: un 23enne di Casalserugo, per guida in stato di ebbrezza alcolica, il quale, fermato alla guida della propria autovettura e sottoposto al test alcolimetrico, è risultato positivo con tasso pari a 1,47 g/lt, con contestuale ritiro della patente.

Nei guai anche un trentaduenne Piove di Sacco, per guida in stato di ebrezza, poiché, a seguito di fuoriuscita autonoma e sottoposto al test alcolimetrico, l’uomo è risultato positivo con tasso di 1,14 g/lt, cui ha fatto seguito il ritiro della patente. All’interno di un parco pubblico del piovese, uno studente 14enne è finito nei guai per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere.

E’ stato infatti sorpreso in possesso di un coltello lungo 17 centimetri che è stato sequestrato. E’ stato infine segnalato al prefetto di Padova, quale assuntore di sostanza stupefacente, un 41enne di Codevigo, a cui sono stati rinvenuti 0,8 grammi di hashish. Inoltre, presso una piazza del centro di Sant’Angelo di Piove di Sacco, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato, occultati tra le siepi, due involucri di hashish del peso complessivo di 14,5 grammi.

Nas

I carabinieri del Nas, anche loro impegnati nelle attività di controllo a vari esercizi commerciali al fine di vegliare sulla salute pubblica attraverso la vigilanza sulla genuinità degli alimenti e delle bevande, hanno controllato due diverse attività e sanzionato amministrativamente i titolari di un bar, per la mancata attuazione delle procedure inserite nel manuale di autocontrollo Haccp, erogando una sanzione di 2mila euro.

Mano pesante anche nei confronti di un ristorante per violazioni delle norme sull’igiene dei prodotti alimentari, a cui è stata inflitta una sanzione amministrativa di mille euro.