martedì, 21 Maggio 2024
HomeVenetoTecnonologia e ambiente, una Tesla in forza alla Polizia Stradale sulle tratte...

Tecnonologia e ambiente, una Tesla in forza alla Polizia Stradale sulle tratte autostradali CAV

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

Una Tesla Model X allestita appositamente per la polizia stradale prenderà servizio a breve per i servizi di pattuglia

Un nuovo mezzo all’avanguardia e all’insegna della sostenibilità entrerà nei prossimi giorni in servizio nel parco auto della Polizia Stradale sulle tratte autostradali gestite da CAV, Concessioni Autostradali Venete. Si tratta di una Tesla Model X allestita appositamente per i servizi di polizia stradale, il primo veicolo elettrico pensato per servizi di pattuglia in Italia, già svelato in anteprima lo scorso novembre a Padova, alla  presenza del Capo della Polizia Vittorio Pisani, in occasione dell’inaugurazione del nuovo Centro Operativo Autostradale. La vettura è stata acquistata da Concessioni Autostradali Venete tramite una gara d’appalto.

La sperimentazione avverrà sulla Padova-Venezia, il Passante di Mestre, la Tangenziale di Mestre e il Raccordo Marco Polo, percorse ogni giorno da oltre 200 mila veicoli. Un’iniziativa che rientra nell’ambito delle attività finalizzate allo sviluppo e all’utilizzo di nuovi strumenti e tecnologie in grado di migliorare l’efficienza dei servizi, garantendo allo stesso tempo una maggior sostenibilità ambientale.

“L’entrata in servizio di questo veicolo – spiegano per CAV la Presidente Monica Manto e l’AD Maria Rosaria Anna Campitelli – rappresenta la sintesi di due dei principali obiettivi perseguiti da questa Società, perché unisce l’esigenza di ottimizzare i servizi di vigilanza ai fini della sicurezza stradale, con la ricerca e lo sviluppo di soluzioni per la sostenibilità ambientale, che coinvolgono un po’ tutte le nostre attività”.

Sulla stessa linea anche il Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato Prefetto Renato Cortese che sottolinea come “la sinergia con le concessionarie autostradali e l’impegno nei processi di modernizzazione della circolazione nell’ottica della sostenibilità, rappresentano un valore aggiunto per le strategie di sicurezza stradale”.

Riccardo Musacco