martedì, 28 Maggio 2024
HomeBreaking NewsTerzo giorno di Contributo d'accesso a Venezia, 22mila paganti, domenica arriva Papa...

Terzo giorno di Contributo d’accesso a Venezia, 22mila paganti, domenica arriva Papa Francesco

Tempo di lettura: 2 minuti circa

58mila gli esenti poiché ospiti di strutture ricettive che pagano già la tassa di soggiorno, 19mila i QR code verificati

Nella terza giornata di attivazione del contributo d’accesso a Venezia sono stati 22mila i turisti registrati che hanno pagato i 5 Euro di ticket. Oltre 58mila gli esenti poiché ospiti in strutture ricettive, leggera crescita dei residenti in Veneto, rispetto a ieri che era giornata lavorativa. Stabile il il numero degli studenti, 13mila, dei lavoratori 20.500 e dei proprietari di immobili che pagano l’IMU o i titolari di contratti di locazione 6.700 che non hanno spostato la residenza nella Città antica. 19mila sono stati i QR code controllati dagli operatori.

“L’obiettivo del contributo di accesso è rendere la Città vivibile, per residenti, lavoratori, studenti e turisti – ha ricordato il sindaco Luigi Brugnaro -. Tutti devono ricevere il massimo rispetto, ma anche tutti devono rispettare la Città: abbiamo il dovere morale di consegnare la sua bellezza alle prossime generazioni. Spero, con umiltà, di convincere i contrari, così come è stato al tempo per il Mose. Abbiamo avuto manifestazioni agguerrite ma poi ha funzionato e ora protegge la Città. Sono pronto anche a dire, ho sbagliato, ma l’importante è fare le cose! Domani saremo pronti ad accogliere la visita di Papa Francesco, che visiterà prima il carcere femminile della Giudecca, poi incontrerà i giovani del Triveneto alla Basilica della Salute e poi celebrerà la santa messa in Piazza San Marco. Sarà una bellissima immagine, di fede e fratellanza nella cornice di Venezia, simbolo di libertà e accoglienza”.

Riccardo Musacco