martedì, 21 Maggio 2024
HomeVenezianoRiviera del BrentaTubazioni del gas, da maggio pioggia di cantieri a Mira

Tubazioni del gas, da maggio pioggia di cantieri a Mira

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Pronto il piano degli interventi di sostituzione della Rete del gas per gli anni 2024, 2025 e 2026

Ad occuparsene sarà 2iRete Gas, che già negli anni scorsi aveva sostituito numerosi tratti di vecchie condutture in diverse zone del territorio comunale di Mira, come ad esempio a Mira Taglio, Mira Vecchia, Oriago e Piazza Vecchia. Il nuovo piano prevede interventi su 8 km di strade complessivi. Per il 2024 gli interventi di escavo, sostituzione della rete esistente e realizzazione dei nuovi allacci alle abitazioni inizieranno fra maggio giugno 2024 e termineranno a novembre 2024. L’asfaltatura finale con rifacimento della segnaletica orizzontale sarà effettuata dopo 6/8 mesi dal termine lavori, presumibilmente verso l’inizio dell’estate 2025.

“La pianificazione – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Lorenzin – è stata necessaria al fine di evitare la sovrapposizione ravvicinata di asfaltature ottimizzando l’utilizzo delle risorse pubbliche. Le lavorazioni saranno effettuate, per quanto possibile, con sensi unici alternati e a step, in modo da garantire sempre l’accessibilità ai frontisti. Ad ogni buon conto i residenti saranno avvisati con apposite ordinanze in congruo anticipo sulla partenza dei lavori in modo da ridurre al minimo i disagi. Grazie a questi interventi molte strade del Comune saranno riportate a nuovo. Faremo degli incontri mirati con i residenti per fugare dubbi e perplessità”.

Le strade interessate per il 2024 saranno: via Mazzini, Toti, Dante Alighieri, Pavese, Damiano Chiesa, Mion, Garibaldi. Livorno – Asti, Albinoni. “Relativamente al cavalcavia di Mira Porte – ricorda l’assessore Lorenzin – sopra il quale è stato posizionato un tubo provvisorio del gas si prevede la posa della conduttura in via definitiva a ridosso del ponte per il mese di aprile 2024. seguiranno i lavori di asfaltatura dell’intero cavalcavia e la realizzazione di un percorso pedonale in sicurezza sulla rampa est, così come previsto da un intervento che l’amministrazione ha ottenuto essere finanziato da Pnrr”.

Nei prossimi anni saranno interessate altre vie, come ad esempio: via Miglioli, Fratelli Bandiera, Oberdan, Gramsci, Parini, Carducci, Curiel, Fasolato, Agnoletto Pellico, vicolo Bergamo. E poi: via Bologna, Modena, Parma, Granzo, Antonio Vivaldi, Benedetto Marcello, Monte Venda, Mameli, Foscolo, Segheria, Naritti, Verga, Alfieri, Monte Sommo, Monte Bivere, Stazione di Oriago Monte Fumo, Marche. Insomma Mira sarà un vero e proprio cantiere aperto e ovviamente in casi come questi i disagi saranno inevitabili per la cittadinanza in termini di rallentamenti e traffico.