mercoledì, 22 Maggio 2024
HomePadovanoTurismo, Pasqua da tutto esaurito per le Terme Euganee

Turismo, Pasqua da tutto esaurito per le Terme Euganee

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Tornano i giovani, attratti dalla vacanza all’insegna del benessere, gli stranieri si fanno ancora attendere, ma le Terme Euganee toccano il tutto esaurito

Quasi tutto esaurito negli hotel del Bacino termale Euganeo nel fine settimana pasquale. Secondo i dati dell’Osservatorio turistico regionale HBenchmark il livello di occupazione nei giorni di Pasqua, quando nel territorio era aperta la quasi totalità delle strutture, si avvicinava inizialmente al 70%, un risultato, secondo Federalberghi, migliore rispetto a quello delle altre destinazioni a livello regionale. Poi i numeri sono cresciuti fino al quasi sold out.

Alle Terme sono tornati anche molti giovani, per lo più italiani, sempre più attratti dalla prospettiva di una vacanza all’insegna del benessere e della salute. La quota di stranieri invece, nonostante alcuni incoraggianti segnali di inversione di tendenza registrati nei primi mesi di quest’anno, non ha ancora raggiunto i livelli del pre-Covid. Si fa sentire in particolare il calo dei tedeschi.

Gli ospiti che arrivano alle Terme tornano a casa soddisfatti.

Il sentiment (livello di gradimento) registrato dall’Osservatorio regionale grazie a un algoritmo che scandaglia migliaia di giudizi online rileva in marzo, per quanto riguarda i feedback sulle strutture ricettive, un valore di 83/100, in lieve crescita rispetto allo scorso anno.

“Un risultato – spiega Walter Poli, presidente Federalberghi Terme Abano Montegrotto – che premia i nostri continui sforzi per rinnovare le strutture. Certo sul nodo del calo di stranieri va aperta una riflessione, è necessario intervenire con forti investimenti sul fronte della promozione, sfruttando maggiormente il potenziale della sinergia fra Terme, Colli e Padova: città, bacino euganeo e Colli hanno tre offerte di fatto complementari e perfettamente integrabili adatte a chi vuole vivere una vacanza che coniuga arte, cultura, salute e benessere”.

Andrea Fedrigo