mercoledì, 22 Maggio 2024
HomeRodiginoProvincialeTutela dei minori, impegno per tutti il convegno sul tema a Rovigo

Tutela dei minori, impegno per tutti il convegno sul tema a Rovigo

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Sabato 20 aprile presso l’Aula Magna di palazzo Angeli a Rovigo il Convegno organizzato dalla Diocesi in collaborazione con le università di Ferrara e di Padova.

La protezione e la cura dei minori da ogni forma di abuso, un impegno per tutta la comunità. Sarà questo il tema al centro del Convegno organizzato dal Servizio per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili della Diocesi di Adria-Rovigo per sabato 20 aprile, dalle 9.00 alle 12.30, presso l’Aula Magna di palazzo Angeli a Rovigo. Un convegno unico in cui «la Chiesa e le istituzioni accademiche ad alto livello del territorio cooperano per garantire alla cittadinanza una corretta informazione» sottolineano gli organizzatori.

Uno spazio di ascolto

Già da qualche anno anche nella diocesi di Adria-Rovigo è attivo il Servizio tutela minori e persone vulnerabili. In esso, un gruppo di persone scelte dal vescovo per competenza in ambito pastorale, psicopedagogico e legale vuole offrire uno spazio di ascolto e formazione volto alla prevenzione e al sostegno di situazioni di disagio.

Il convegno di sabato prossimo, nato per rispondere alla vocazione formativa del
Servizio, nasce dalla collaborazione con due poli universitari: il Dipartimento di
Giurisprudenza dell’Università di Ferrara e il Dipartimento di Filosofia, Sociologia,
Pedagogia e Psicologia applicata dell’Università degli studi di Padova. La proposta coniuga insieme aspetto teorico, grazie agli interventi dei relatori, e aspetto pratico attraverso il racconto di esperienze vissute. L’iniziativa è gratuita e aperta a tutti, e non richiede iscrizione, ma ha come destinatari privilegiati i coordinatori dei grest, educatori, formatori, allenatori sportivi e insegnanti.

Ricco programma

Il programma della mattinata si presenta ricco e interessante. Alla registrazione dei partecipanti faranno seguito i saluti delle Istituzioni: Serena Forlati, direttrice del Dipartimento di Giurisprudenza Unife, Egidio Robusto, direttore del Dipartimento Fisppa dell’Università di Padova, Marcello Mazzo, direttore dei Servizi sociosanitari Aulss 5 polesana e Diego Crivellari, presidente del Cur. Sarà, quindi, il vescovo di AdriaRovigo Pierantonio Pavanello, che è anche delegato per il Servizio regionale tutela minori, ad aprire il convegno con l’intervento introduttivo sul tema: «Protezione e cura dei minori da ogni forma di abuso: l’impegno della Chiesa».

Seguiranno le relazioni dei docenti universitari. Enrico Maestri, professore associato dell’Università degli studi di Ferrara, approfondirà la questione della risposta alla violenza su e tra i minori nella società digitale; Paola Milani, docente presso l’Università degli studi di Padova, fornirà ai presenti alcune chiavi per comprendere che cosa sia l’abuso, come riconoscerlo e come prevenirlo.

Ad Arianna Thiene, anch’essa docente presso l’Università degli studi di Ferrara, spetterà affrontare l’aspetto giuridico, analizzando i principi cardine per la protezione dei minori alla luce delle fonti normative internazionali europee e italiane.

Dopo un momento di pausa, alle 11.30 inizieranno gli interventi relativi al racconto di progetti e percorsi di tutela dei minori in ambito educativo, ricreativo e sportivo. Protagonisti di questa seconda parte saranno Lucia Boranga, referente del Servizio tutela minori della diocesi di Treviso; Chiara Turolla, rodigina, capo scout e rappresentante al tavolo tutela minori Agesci Veneto e Maria Vittoria Dainese dell’équipe nazionale formazione Csi (Centro sportivo italiano). La mattinata si concluderà con uno spazio per il dibattito.