domenica, 19 Maggio 2024
HomeVeronaCinque nuove auto per la Polizia scaligera acquistate con i proventi delle...

Cinque nuove auto per la Polizia scaligera acquistate con i proventi delle multe

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Le nuove auto sono state acquistate con i fondi che derivano dalle sanzioni per violazioni al codice della strada, per un importo di circa 150.000 euro.

L’uscita ufficiale delle cinque nuove auto della Polizia locale è prevista per la visita a Verona di Papa Francesco: entreranno quindi in servizio sabato 18 maggio dando un prezioso supporto agli agenti che saranno impegnati per tutta la giornata su diversi fronti.

Le nuove auto, che andranno a potenziare il parco auto esistente composto da 70 mezzi tra auto e motocicli, sono state acquistate con i fondi che derivano dalle sanzioni per violazioni al codice della strada, per un importo di circa 150.000 euro.

È infatti il Decreto Legislativo del 30 aprile 1992 a stabilire che i soldi che le amministrazioni pubbliche incassano dalle multe stradali vengano investiti per migliorare la sicurezza stradale nel suo complesso, con interventi che spaziano dalla segnaletica stradale alla dotazione di strumentazioni tecnologiche fondamentali per diminuire i comportamenti scorretti di chi si trova alla guida di un mezzo e, di conseguenza, il numero di incidenti.

Un obbligo al quale il Comune ottempera in modo virtuoso, come certificato a seguito della recente ispezione effettuata dal Ministero dei Trasporti che ha richiesto un’accurata rendicontazione sull’investimento relativo al 2023 sugli introito delle sanzioni al codice della strada.

“Si tratta di un reimpiego di risorse volto al miglioramento della sicurezza urbana e stradale per una miglior qualità di vita di cittadine e cittadiniha detto l’assessora alla Sicurezza-. Nel caso specifico le auto vanno a supporto dei molteplici servizi che impegnano quotidianamente i nostri agenti, in una città in cui i grandi eventi e le manifestazioni di carattere internazionale sono sempre più frequenti”.

Le cinque vetture, dotate di attrezzature specifiche tra le quali un punto di appoggio per la redazione di verbali ed accertamenti nel vano bagagli, sono modello Suzuki S-Cross Hybrid, 5 porte, cilindrata 1.400 ad alimentazione elettrica/benzina.