giovedì, 23 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneziaFondazione di Venezia rinnova i vertici, Vincenzo Marinese nuovo presidente

Fondazione di Venezia rinnova i vertici, Vincenzo Marinese nuovo presidente

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il numero uno di Confindustria Venezia prende il testimone dall’ex rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi

Cambio della guardia ai vertici di Fondazione di Venezia da oggi, 3 maggio, dopo l’approvazione del Bilancio consuntivo 2023. L’ex Rettore di Ca’ Foscari Michele Bugliesi ha infatti passato la mano all’attuale presidente di Confindustria Venezia e vice presidente di Confindustria nazionale Vincenzo Marinese. Nato a Palermo nel 1968, Marinese si è formato alla alla Hamiline University in Minnesota e si è specializzato in Management per le piccole e medie imprese all’Università Luiss. Già componente della Giunta della Camera di Commercio Venezia Rovigo e del Development Board dell’Università Ca’ Foscari Venezia, oltre che della Fondazione Il Campiello e del Salone Nautico di Venezia, membro del CdA di Thetis S.p.a., è entrato nel 2019 nel CdA della Fondazione di Venezia, divenendone vicepresidente nel 2020. Attualmente è amministratore unico della Sirai di Porto Marghera, azienda leader nella progettazione ed esecuzione di interventi di bonifica dei suoli e delle acque di falda e nelle bonifiche industriali.

“Mi congratulo con Vincenzo Marinese – dichiara Michele Bugliesi, presidente uscente – per la nomina a nuovo presidente di una Fondazione che, grazie alla sua guida, non mancherà di dare ulteriori soddisfazioni. Il bilancio appena approvato è, in questo senso, di buon auspicio, con un nuovo aumento del patrimonio netto e la confermata tendenza alla contrazione dei costi. Sono certo che con la nuova presidenza la Fondazione di Venezia consoliderà questo virtuoso cammino, arricchendolo di nuovi stimoli per interventi innovativi”.

Ringrazio il Consiglio Generale per la fiducia che mi è stata accordata con la nomina a Presidente – è il primo commento del neoeletto Vincenzo Marinese – un impegno prestigioso che intendo onorare attraverso la promozione di interventi che abbiamo sempre al centro le persone, la cultura e lo sviluppo del territorio veneziano. Penso in particolare a tre linee d’azione per me strategiche, ossia condivisione, dialogo come elemento di aggregazione, identità come valore capace di dire al meglio ciò che concretamente la Fondazione è. E che dia il segno di un futuro fatto di partecipazione a tutti i livelli. Il mio ringraziamento va ovviamente anche al professor Michele Bugliesi, da cui raccolgo l’eredità di una Fondazione solida che desidero sia riconosciuta ogni giorno di più come catalizzatore di un nuovo sistema di rapporti integrati, sostenibili e rigenerativi in seno alla città e non solo. Un vero e proprio Sistema Venezia di cui la Fondazione sarà sempre più fulcro autorevole e riconosciuto”.

Riccardo Musacco