martedì, 28 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneto orientaleIl maltempo porta disagi e allagamenti anche nel Veneto orientale

Il maltempo porta disagi e allagamenti anche nel Veneto orientale

Tempo di lettura: 2 minuti circa

La violenta ondata di maltempo che ha colpito il centro della regione è arrivata nella notte anche nel Veneto orientale.

Immagine d’archivio

Si sono verificate precipitazioni molto intense, in particolare sulla zona costiera tra Jesolo, Caorle e nell’area di San Michele al Tagliamento.

Sono stati segnalati allagamenti a Jesolo tra il paese e il Lido, in particolare nelle zone di piazza Trieste e piazza Marconi. Segnalati, inoltre, allagamenti di interrati e locali di abitazioni e attività commerciali. Il Comune di Jesolo ha, quindi, deciso di rinviare al 23 maggio all’attivazione della Ztl estiva in via Bafile.

«Durante la notte e anche in queste ore si sono verificate ingenti precipitazioni che hanno messo in pesante difficoltà la rete di smaltimento delle acque piovane e provocato allagamenti a interrati e locali di abitazioni ed attività che si trovano sotto la quota zero sia al lido che in paese – dichiara il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti -. Nelle prime ore del mattino ci siamo aggiornati con i Vigili del Fuoco che ci hanno informato che l’attività di svuotamento a seguito di segnalazioni era già in corso e ci sono vari altri interventi in coda. Appena possibile attiveremo i volontari della Protezione civile di Jesolo per supportare l’attività dei pompieri. Non risultano al momento danni gravi a persone. In caso di necessità utilizzare i numeri di emergenza. Teniamo monitorata la situazione».

“Nel corso della notte la preannunciata perturbazione, che già nella giornata di ieri aveva colpito la parte centro occidentale del Veneto, ha iniziato a interessare in modo consistente il nostro comprensorio con precipitazioni anche molto intense, in particolare sulla zona costiera tra Jesolo e Caorle e nell’area di San Michele al Tagliamento dove si sono registrati quantitativi di pioggia di oltre 80 mm, ma con punte che hanno superato i 30 mm in un’ora (30 litri per metro quadro) – si legge in una nota del consorzio di bonifica del Veneto orientale -. Attualmente si segnalano diffusi allagamenti di aree agricole intorno a Cesarolo e Marinella, così come nell’area di Cortellazzo e Cavallino e della Brussa, a causa delle intense piogge cadute su terreni già saturi. Gli 80 impianti idrovori sparsi sul territorio sono tutti attivi in quanto le quote idrometriche della rete di bonifica sono molto sostenute, anche se per ora non si segnalano esondazioni, e la squadra reperibile sta costantemente monitorando una situazione che, purtroppo, per tutta la giornata continuerà ad essere problematica”.