sabato, 18 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneziaLa Biennale di Venezia riconferma Alberto Barbera a direttore artistico della Mostra...

La Biennale di Venezia riconferma Alberto Barbera a direttore artistico della Mostra del Cinema

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il CdA della Biennale di Venezia presieduto da Pietrangelo Buttafuoco ha prolungato la fiducia a Barbera per il prossimo biennio

Alberto Barbera riconfermato alla guida del Settore Cinema della Biennale di Venezia fino al 2026 e, pertanto, anche nel ruolo di Direttore Artistico della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica al Lido, che ricopre con successo dal 2012. Il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Ente, presieduto da Pietrangelo Buttafuoco, recentemente insediatosi, ha deciso di prolungare la fiducia al proprio direttore che sarebbe andato in scadenza al termine dell’edizione di quest’anno. Tutto questo anche alla luce dei risultati raggiunti in questi anni, come la riconosciuta qualità delle selezioni, la scoperta e il lancio internazionale di nuovi talenti, la diffusione e la crescita della cultura cinematografica e nell’ampliamento del pubblico, risultati da perseguire anche nel prossimo biennio.

“Ho provato immediata sintonia con Alberto Barbera – ha dichiarato Buttafuoco
– e ho grande rispetto per la competenza, la professionalità e la passione da lui dimostrate negli anni alla conduzione della Mostra del Cinema di Venezia, tali da riuscire ad accrescere il prestigio del più antico festival al mondo. Sono vivamente lieto che la Biennale possa proseguire con lui questo percorso”.

Nato a Biella nel 1950, laureato in Lettere Moderne con tesi su Storia e Critica del Cinema all’Università di Torino, dopo una carriera di critico cinematografico e di direttore artistico di vari festival tra cui quello di Torino, è Direttore artistico del Settore Cinema della Biennale di Venezia dal 2012 a oggi, e in precedenza lo è stato dal 1998 al 2001. Nel 2022 gli è stato conferito il Tributo speciale dai Gotham Awards di New York. Nel 2021 gli è stato conferito dalla storica rivista Variety l’International Achievement in Film Award. Entrambi i riconoscimenti sono stati attribuiti allo stesso tempo alla Biennale di Venezia. Dal 2020 fa parte dell’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, che attribuisce i premi Oscar. Dal 2019 è stato inserito da Variety fra le 500 persone più influenti al mondo dell’industria dello spettacolo. Nel 2000 è stato insignito del titolo di Chevalier des Arts et des Lettres, riconoscimento culturale della Repubblica Francese.

Riccardo Musacco