martedì, 21 Maggio 2024
HomePadovanoPadovaLa prevenzione non basta, Hiv e malattie veneree si inverte il trend

La prevenzione non basta, Hiv e malattie veneree si inverte il trend

Tempo di lettura: 2 minuti circa

La Fondazione Foresta ONLUS, assieme al Naviglio – Padova, promuove una serata dedicata alla prevenzione della salute dei giovani. Test anonimo anti HIV

“La prevenzione tra i giovani sta dando dei buoni risultati, la fascia di età più a rischio ora è quella tra i 42 e i 44 anni. E’ evidente che non ci si può distrarre su un tema così delicato”.

A dirlo il professore emerito Carlo Foresta, che questa sera guiderà il pool di infermieri e tecnici che daranno vita dalle 18 ad un maxi screening su base volontaria con test rapidi a cui si sottoporrano gli studenti che all’ora dell’aperitivo frequentano il Naviglio, il boulevard tra gli istituti universitari e Porta Portello dove ogni sera centinaia di giovani si incontrano dopo le ore di lezione e studio.

Il tema è quello delle malattie sessualmente trasmissibili e per l’ottavo anno consecutivo la Fodazione Foresta collabora con Il Naviglio per fare educazione e prevenzione.

“I ragazzi hanno com’è naturale una vitalità molto esuberante ma siamo piuttosto soddisfatti del senso di responsabilità medio che si può riscontrare tra di loro. Quello che ci preoccupa è che spesso gli over 40 abbassano la guardia ed è lì che nei prossimi mesi interverremo con campagne specifiche”.

I numeri

Secondo i dati dell’ISS, la prevalenza di nuove diagnosi HIV più elevata si riscontra nella fascia di età 25-35 anni, di cui il 78% sono maschi, ed è propri per questi motivi che diventa ancora più importante fare prevenzione nei giovani universitari e parlare dei rischi associati alle infezioni sessualmente trasmesse già negli istituti superiori. Un allarme sociale, quello dell’Hiv, che da sempre è al centro dell’attenzione della Fondazione Foresta Onlus di Padova:

“Dai nostri dati raccolti nelle scuole della provincia di Padova, ogni 25 studenti, a 18 anni un giovane ha già avuto almeno un’infezione sessualmente trasmessa non HIV-correlata. Ed è proprio per questi motivi che la nostra Fondazione da quindici anni porta avanti un progetto che si sviluppa nelle scuole, parlando a migliaia di studenti di corretta prevenzione nell’ambito delle malattie sessualmente trasmesse, HIV su tutte.”

“E’ sempre un bel mercoledì quello in cui ospitiamo la Fondazione – spiega Nicola Zoppelletto, portavoce degli imprenditori che da aprile a luglio animano il viale alberato che si trasforma in luogo di divertimento e cultura.

“Quella con la Fodazione Foresta è solo una delle iniziative a cui invitiamo gli operatori della salute: giovedì sera sempre qui al Naviglio ospitiamo i volontari di Cuamm Medici con l’Africa per una serata di promozione dell’Onlus di don Dante Carraro e finora ogni mese abbiamo avuto la clinica mobile della Croce Rossa che ha distribuito opuscoli e condom gratuiti tra i nostri ragazzi e ragazze. Siamo convinti che divertirsi sia importante, farlo con la testa sulle spalle sia fondamentale”.