domenica, 19 Maggio 2024
HomeVicentinoAlto VicentinoSandrigo: al via entro l’estate i lavori all’Istituto Comprensivo Zanella

Sandrigo: al via entro l’estate i lavori all’Istituto Comprensivo Zanella

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Si procederà prima con la ristrutturazione di due aule della scuola media Zanella e, al termine dell’anno scolastico, inizierà l’adeguamento antisismico della scuola dell’infanzia Negrin.

La Scuola dell’infanzia Caregaro Negrin

Dopo un paio d’anni di pianificazione, finalmente prenderà il via un importante intervento di ristrutturazione straordinaria presso l’Istituto Comprensivo Zanella. Questo progetto, incluso nel Piano delle Opere Pubbliche, richiede un’organizzazione dettagliata dei tempi e degli spazi per assicurare che l’anno scolastico possa proseguire senza intoppi per alunni, famiglie, docenti e collaboratori. I lavori, che si protrarranno per l’intero arco di un anno, rappresentano una sfida significativa ma necessaria per migliorare le condizioni della struttura scolastica.

Frutto di una stretta collaborazione tra l’Amministrazione comunale di Sandrigo e la dirigente scolastica Adele Tropiano, la soluzione proposta non riguarda solamente l’adeguamento sismico della scuola dell’infanzia, ma comprende anche un programma di modernizzazione dell’edificio della scuola media.

«Da sempre sostengo che lavorare in team sia la modalità migliore per raggiungere obiettivi e risultati ottimali. Con il cuore pieno di gioia, voglio ringraziare l’Amministrazione e tutte le persone che ogni giorno partecipano e contribuiscono alla crescita e al benessere della comunità scolastica – sottolinea la dirigente -. I nostri bambini sono importanti ed è importante garantire loro un percorso formativo lineare, superando tutti gli ostacoli. Noi ce l’abbiamo fatta: lo spostamento presso la Scuola secondaria permetterà loro di continuare il proprio percorso nell’istituto, con un adeguamento edilizio studiato a tavolino con l’amministratore, a misura di bambino».

Il programma dei lavori

In ordine cronologico, prima dell’estate, cominceranno i lavori nell’edificio della scuola media Zanella, dove al piano interrato e in un’ala del piano terra saranno ristrutturate aule adibite oggi ad archivio e magazzini. I lavori non interferiranno con il concludersi dell’anno scolastico, ma garantiranno che le aule siano pronte ad ospitare, a settembre, i bambini della Caregaro Negrin. Dopo la conclusione delle attività didattiche, si darà inizio anche all’adeguamento antisismico dell’edificio della scuola d’infanzia di via Chilesotti. Questo doppio intervento si è reso necessario per garantire agli alunni più piccoli aule e spazi adeguati a proseguire le attività della scuola a certificazione montessoriana, rispettando tutte le disposizioni, e permette, al contempo, di ottimizzare l’uso degli spazi dell’Istituto Comprensivo, valorizzandoli, senza ricorrere a strutture temporanee che, a fine lavori, non avrebbero avuto più alcuna utilità.

L’ala della scuola media Zanella

«Ai 344 mila euro previsti per l’adeguamento antisismico della scuola dell’infanzia – spiega il vicesindaco e assessore al Bilancio e alla Manutenzione del Patrimonio, Antonio Cuman (coadiuvato nel progetto dall’assessore ai Lavori Pubblici, Paola Piccoli) – siamo riusciti ad aggiungere altri 140 mila euro dall’avanzo di bilancio, per poter intervenire contestualmente sull’ammodernamento di un’ala dell’edificio della scuola Zanella, ad oggi non sfruttata appieno. In questo modo abbiamo evitato di sprecare risorse (circa 80mila euro, secondo gli ultimi preventivi) in canoni d’affitto o noleggio container e investito, invece, sul patrimonio pubblico, offrendo ai nostri ragazzi aule ristrutturate, più accoglienti e funzionali, a disposizione dell’Istituto Comprensivo come laboratori e spazi per nuove attività didattiche»

«Ci sta particolarmente a cuore l’educazione e l’istruzione dei nostri giovani – conclude l’assessore Piccoli – e poter garantire loro spazi sicuri e moderni è, per l’Amministrazione, motivo di soddisfazione. Voglio sottolineare che la realizzazione di questo importante progetto, la cui organizzazione è piuttosto complessa e le tempistiche molto brevi, è possibile grazie alla regia attenta e capace del nostro Ufficio Tecnico, al quale va il nostro riconoscimento».

I primi 277mila euro per questi interventi erano stati ricavati dalla messa all’asta di alcuni appezzamenti della zona industriale in via L. Da Vinci, dando così risposta anche alle necessità di alcune imprese di ampliare le proprie produzioni. Il termine dei lavori di adeguamento sismico della scuola dell’infanzia è programmato a fine dell’estate 2025, di modo che gli alunni e il corpo docente possano rientrarvi in vista del successivo anno scolastico.