venerdì, 17 Maggio 2024
HomeElezioniTre in lista a Ponte San Nicolò, centrodestra e centrosinistra si confrontano

Tre in lista a Ponte San Nicolò, centrodestra e centrosinistra si confrontano

Tempo di lettura: 3 minuti circa

De Boni punta sulla partecipazione. Ambiente e qualità della vita le priorità per Bermone

Gabriele De Boni
Gabriele De Boni

In tre per la fascia di sindaco. A Ponte San Nicolò sta entrando nel vivo la campagna elettorale in vista delle prossime amministrative dell’8 e 9 giugno. I sannicolesi sono chiamati a scegliere il successore di Martino Schiavon che il proprio gruppo, dopo lunghe riflessioni collegiali, ha deciso di non ricandidare. Anche se le liste non sono ancora state ufficialmente depositate, tutti i contendenti hanno iniziato già da aprile a incontrare i cittadini presentando se stessi, la propria squadra e le proprie intenzioni. Il quarantenne Gabriele De Boni, vicesindaco uscente, è stato scelto da Comunità Viva, l’associazione che sostiene l’attuale amministrazione, per il nuovo progetto civico “Ponte San Nicolò Riparte” condiviso con ilgruppo “Facciamo Ponte” che nell’ultimo mandato è stato costruttivamente all’opposizione. Il mese di aprile è stato tutto dedicato ai “Tavoli di programmazione”, degli incontri mirati con i cittadini su specifiche aree di intervento.

“Abbiamo scelto di partire dall’ascolto e dalla partecipazione dei cittadini nelle scelte – dichiara De Boni – questo sarà il metodo che ci guiderà per i prossimi 5 anni. I cittadini che abbiamo incontrato ci hanno chiesto coraggio e determinazione nel portare avanti le nostre proposte. Sono uscite molte idee, oltre a suggerimenti preziosi e innovativi, per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio. Ringraziamo tutte le cittadine e i cittadini che hanno voluto portare il loro contributo in questa importante prima fase di ascolto e di partecipazione, per la stesura del nostro programma elettorale. Questi “tavoli” sono stati un’occasione importante di confronto con i sannicolesi per analizzare criticità, priorità e soluzioni. L’ascolto e la partecipazione dal basso delle persone, per noi, è una priorità”.

Carlo Bermone e il suo gruppo
Carlo Bermone e il suo gruppo

Molto attivo è anche Carlo Bermone con la lista “Ponte Protagonista” che è sostenuta da FdI (di cui è segretario locale), Lega e Coraggio Italia.

“Mi hanno chiesto di dare una mano al paese – spiega il candidato che ha 57 anni – da parte mia ho dato la piena disponibilità. Sono padre di due figli, avvocato da 30 anni e impegnato nel volontariato da 31 anni come autista di ambulanza dell’ente pubblico Pia Opera Croce Verde Padova di cui sono stato anche presidente dal 2014 al 2018. La mia dedizione e tenacia, unita alla squadra che mi affianca e che è composta tutta da persone nuove rispetto alle passate amministrazioni, porteranno un sicuro rinnovamento alla città, rinnovamento che da troppi anni è stato promesso ma disatteso”.

Bermone va oltre le dinamiche tutte partitiche che hanno portato alla spaccatura del centrodestra e preferisce concentrarsi sul programma di cui ha iniziato a svelare qualche dettaglio. Tra i punti all’ordine del giorno c’è sicuramente quello legato all’ambiente, al verde, agli animali e alla qualità della vita.

“Vogliamo investire nelle nostre aree verdi come una vera e propria risorsa ecologica – spiega – che porti benessere ai cittadini. Andranno riqualificate aree dismesse e improntato l’utilizzo di tecnologie green per tutti gli edifici comunali così da ridurre drasticamente le emissioni nocive nell’ambiente. Andranno create nuove e vere aree cani in ogni frazione”. Nel programma c’è anche un’attenzione particolare per il commercio”. Il terzo candidato sarò invece Marco Corazza ex comandante dei carabinieri. A

lessandro Cesarato