Rete studenti medi replica all’assessore Donazzan: “Vogliamo una scuola aperta”

Sul caso riportato dalla stampa dell’insegnante dell’istituto Rossi di Vicenza, l’assessore regionale alla scuola, Elena Donazzan, interpella la direttrice generale dell’Ufficio scolastico regionale, Daniela Beltrame. Attraverso la direttrice, l’Assessore si rivolge anche al Ministro Valeria Fedeli proponendole “di avviare una riflessione più approfondita sul reclutamento degli insegnanti – scrive Elena Donazzan – Unitamente al titolo […]

Mira: Spettacolo “gender”, è scontro con la Regione

È scontro aperto fra Regione, Comune di Mira e scuole del territorio sullo spettacolo “transgender”.“Fa’afafine – Mi chiamo Alex e sono un dinosauro” in programma a teatro villa dei Leoni a Mira il prossimo 7 marzo. Ad andare all’attacco è l’assessore regionale Elena Donazzan, che ha interpellato sulla questione il ministero. La Donazzan punta i […]

Mozione anti gender, Bitonci “Non sono omofobo, sono per la famiglia tradizionale”

E’ stata approvata ieri mattina dalla maggioranza di centro-destra del Consiglio comunale di Padova una mozione dal titolo “per vietare l’introduzione la promozione nelle scuole della teoria del gender” a prima firma della consigliera di Vanda Pellizzari Bellorini (lista Bitonci). Teoria del gender nelle scuole di Padova, Bitonci in consiglio comunale 5 ottobre 2015 Questa […]

Noventa Padovana organizza un incontro per educare al gender

A Noventa Padovana non è solo una questione di genere, ma di informazione. Dopo il tam tam mediatico degli ultimi giorni, che ha scatenato polemiche e dibattiti sulla questione del gender, l’assessorato alla Pubblica Istruzione di Noventa Padovana ha organizzato l’iniziativa: “L’educazione al genere nelle disposizioni della Legge “La buona scuola”. Lo scopo è non […]

Teoria gender a scuola: attenti alle truffe ideologiche

E’ iniziato tutto la scorsa primavera. Più il Governo accelerava sulla riforma della Buona scuola, più i messaggini sui telefoni di genitori ignari e impreparati sul tema gender si susseguivano creando allarme e preoccupazione. I messaggi contenevano irripetibili oscenità che – secondo l’anonimo che li scriveva – le insegnanti avrebbero praticato a scuola in ottemperanza […]