sabato, 25 Maggio 2024
HomeRodiginoProvincialeRoad to Rovigo: al via il Maggio Rodigino 2024

Road to Rovigo: al via il Maggio Rodigino 2024

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Il primo evento oggi venerdì 3 maggio alle 17 a Rovigo sul ceramista rinascimentale Xanto Avelli.

Il Maggio Rodigino 2024, con la direzione artistica della musicista Zoe Pia, è pronto a sbocciare tra le vie e le piazze della città all’insegna quest’anno della gender equality, della sostenibilità ambientale e della peer socialization.  Il festival si aprirà ancora una volta all’international culture già dall’evento pomeridiano del 3 maggio a cura del “Lions Club Rovigo Host” e “Minimiteatri” su Xanto Avelli presso l’Urban Digital Center alle ore 17:00 che vedrà infatti la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di New York.

Attesa per l’evento all’auditorium “Tamburini”

Alle ore 21:00, invece, grande attesa all’Auditorium “Marco Tamburini” per il concerto di Marcello Cirillo & Venezze Pop Orchestra. L’artista, che vanta anche una partecipazione al Festival di Sanremo, si esibirà con gli studenti del Dipartimento Pop del Conservatorio di Rovigo. Sabato 4, nell’ambito “XX rassegna delle scuole secondarie di I grado”, Rete SMIM spazio all’ensemble strumentale della rassegna provinciale delle Scuole Medie ad Indirizzo Musicale alle ore 10.30 presso il Teatro Sociale di Rovigo con le tre orchestre dell’interistituto dell’Alto, Medio e Basso Polesine. Il calendario completo del Maggio Rodigino è disponibile sul sito www.maggiorodigino.com

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

Nel suo grande sforzo organizzativo la Fondazione per lo sviluppo del Polesine è affiancata da una lista di partner pubblici e privati con cui sono state condivise sin dal principio le linee guida generali che ispirano la manifestazione e ai quali va dato il più ampio riconoscimento e la profonda gratitudine: in veste di sostenitori compaiono Fondazione Banca del Monte di Rovigo, dove il Maggio Rodigino è nato e poi sempre supportato in modo determinante, Comune di Rovigo e in particolare l’Assessorato alla Cultura.

E ancora Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Rovigo Cultura, Banca del Veneto Centrale e ASM SET, mentre il Patrocinio è stato ancora dato dalla Accademia dei Concordi. Preziose le collaborazioni della Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, della Associazione per Inclusione di Udenti e Sordi, della Comunità Corte Guazzo, dell’ISTAT, dell’Ufficio scolastico Rovigo, dell’associazione Bandiera Gialla, del CUR, del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara sede di Rovigo e del Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo che, oltre a ospitare diversi eventi del festival, proporrà al suo interno ben tre variazioni: classica, jazz e pop a riprova di un coinvolgimento sempre attivo anche in quest’edizione.