Elezioni Chioggia: Rilancio la parola chiave di Alessandro Ferro

ferro m5s chioggiaRilancio, questa la parola chiave del programma di Alessandro Ferro, candidato del Movimento 5 Stelle. Un impegno che intende sciogliere i nodi più controversi che attanagliano Chioggia. L’obiettivo principale, non solo di Ferro, ma in modo più ampio del Movimento 5 Stelle clodiense, sarà quello di scuotere la città dallo stato di isolamento in cui è piombata negli anni.

Il primo passaggio prevede interventi di valorizzazione delle strutture inutilizzate attraverso il miglioramento dell’arredo urbano e la riqualificazione delle aree verdi. Altro impegno che intende assumersi Ferro è quello di portare a termine alcune opere infrastrutturali lasciate in sospeso dalle scorse amministrazioni (tra cui la parallela di viale Mediterraneo, Via F.Morosini), decisive per migliorare la viabilità interna, ma anche per lo sviluppo dei collegamenti verso le frazioni, come la realizzazione del ponte sul Brenta.

La proposta culturale di Ferro per Chioggia passa per il turismo. Il candidato pentastellato propone la possibilità di prolungare la stagione turistica oltre i tre mesi, realizzando un’offerta che comprende iniziative culturali quali concerti, spettacoli teatrali, mostre d’arte e pacchetti turistici legati all’enogastronomia e al turismo lagunare.

Ma i contenuti più consistenti riguardano il piano economico per la città: Ferro intende tutelare e incentivare le attività produttive, per dare nuovo impulso all’imprenditoria e al commercio locali. Per loro sono infatti previste importanti agevolazioni fiscali delle imposte comunali e riduzione dell’IMU per i terreni edificabili in comparti C/2.

La sfida più importante sarà però migliorare l’efficienza della macchina comunale, da un lato, garantendo massima trasparenza, sburocratizzazione, velocizzazione delle pratiche e rendendo i cittadini partecipi delle decisioni prese all’interno del Comune, dall’alto impegnandosi a individuare risorse e fondi per interventi diretti alla città. È una realtà operativa in tutti i comuni amministrati dai Cinque Stelle, si tratta di un ufficio comunale per il Reperimento di fondi Europei e Regionali che ha l’obiettivo di intercettare risorse europee e catalizzarle all’interno del Comune per la realizzazione di progetti e iniziative di interesse prioritario per la comunità. I fondi europei sono legati anche a un altro dei punti cardinali della campagna di Ferro, che è la pesca. Per il comparto ittico, Ferro conta di riuscire a realizzare il trasferimento del mercato del pesce e di alcune imprese di commercio e lavorazione del pesce in Val da Rio, attraverso fondi europei, con un collegamento alla linea ferroviaria.

A tutela dei lavoratori, è prevista inoltre la protezione dei vivai e l’istituzione di un fondo assicurativo comunale per calamità naturali ed eccezionali, come la moria di vongole.

Marta Tudisco

Lascia un commento