Home Rodigino Adria Bottrighe: il coro Plinius compie trent’anni

Bottrighe: il coro Plinius compie trent’anni

bottrighe-il-coro-pliniusIl coro femminile “Plinius” di Bottrighe compie tren’anni. E questo particolare avvenimento sarà ricordato nel corso del tradizionale appuntamento del “Concerto di Primavera” che si terrà nella chiesa di San Francesco in Bottrighe sabato 22 aprile con inizio alle ore 21.
Alla rassegna, oltre alle ragazze dirette da sempre da Antonella Pavan, si esibiranno il coro “Code di Bosco” di Orsago (Treviso) diretto da Gilberto Buriola ed il coro trentino “Cima Verde” di Vigo Cavedine diretto da Gianluca Zanolli. Quest’ultimo complesso torna dal Plinius dopo essere stato loro ospite anche in occasione della rassegna celebrativa del venticinquesimo di attività.
Il Plinius è nato come coro di voci bianche “Biribò” nel 1987, all’interno della scuola elementare “San Giovanni Bosco” di Bottrighe, per iniziativa dell’attuale direttrice Antonella Pavan. È un coro ormai celebre ovunque che si è fatto conoscere e apprezzare in tutta Italia e all’estero, conquistando numerosissime competizioni nazionali ed internazionali. Recentemente, alla presenza del noto compositore Bepi De Marzi, al quale si ispira, il coro bottrighese ha ottenuto grande successo a Quinto Vicentino e sarà sabato 25 marzo a Sovizzo (Vicenza) per un’altra importante rassegna insieme al coro “San Daniele” e al “Valle Fiorita” di Cereda.
Ed ancora l’8 aprile il Plinius andrà in Lombardia, ospite del coro “Stella Alpina” di Rho, mentre è già confermata un’altra trasferta per il 6 maggio in provincia di Reggio Emilia. Il nome della direttrice Antonella Pavan è molto legato alla coralità locale. Era adolescente quando, da corista dell’allora coro di voci bianche istituito nel 1968 nella parrocchia di Bottrighe, paese dove è crescita, si trovò alla direzione di quello che dieci anni più tardi, nel 1978, prese il nome di coro femminile “Eco del Fiume”. Di questa formazione fu direttore per undici anni, sino al 1989, trovando in essa la collaborazione di Antonella Cassetta e Carla Bizzaro. È stata, per alcuni anni, fondatrice e direttrice di un altro coro femminile, “Eco dei Sette Mari” di Adria che si fuse poi con l’attuale Plinius.
Dal 2000 è stata direttrice pure di un altro coro, il giovanile “Città di Adria”. La stessa città che l’ha pure onorificata con la consegna del titolo “Donna dell’anno”. Ma la Pavan non è solo coro, il suo nome è legato ad importanti iniziative volte alla valorizzazione della musica e del canto, ottenendo stima e collaborazione dai nomi più illustri della composizione corale.

Roberto Marangoni

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette