mercoledì, 29 Novembre 2023
 
HomeSaluteVeneto orientale, un mese di iniziative per combattere le demenze

Veneto orientale, un mese di iniziative per combattere le demenze

Tempo di lettura: 3 minuti circa

L’Usl 4 ha coinvolto nel progetto 10 Comuni, 6 centri sollievo, 2 case di riposo, librerie e associazioni. Iniziative fino al 21 ottobre

Un mese di iniziative, dal 21 settembre al 21 ottobre, per aiutare e accogliere le persone con demenza. Il 21 settembre ricorre la “Giornata mondiale dell’Alzheimer”, ma nel Veneto orientale le iniziative andranno avanti per un mese intero. Si spazierà dalle letture ad alta voce agli incontri pubblici, dalle presentazioni di libri con l’autore alla realizzazione di corner nelle biblioteche comunali. Ma ci saranno anche delle attività di formazione negli istituti alberghieri (al Cornaro di Jesolo ed al Lepido Rocco di Pramaggiore) dove psicologi e nutrizionisti dell’Ulss 4 insegneranno ai futuri cuochi e camerieri a gestire le persone con demenza, e inoltre a proporre menù che possono essere di facile consumo per gli anziani e in generale per le persone con demenza.

Queste, ed altre iniziative, rientrano nel progetto “Città amica delle persone con demenza” realizzato da Ulss4 in collaborazione con 10 comuni, 6 centri sollievo, 2 Ipab, librerie e varie associazioni di volontariato del Veneto orientale. I 10 Comuni aderenti sono Portogruaro; Pramaggiore; Concordia Sagittaria; Noventa di Piave; Musile di Piave; San Donà di Piave; San Michele al Tagliamento, Caorle, Jesolo, Meolo, Teglio Veneto.

La presentazione è avvenuta nella sede dell’Ulss 4, alla presenza dei direttori generale e dei servizi sociali, Mauro Filippi e Paola Paludetti, dei referenti dell’area anziani – servizi alla persona – Giancarlo Maceria e Serenella Manzini.

Ulss 4, dal 2021 il progetto “La città amica delle persone con demenza”

“Un tema importante e di grande attualità – ha esordito il direttore generale Mauro Filippi – . Se dati nazionali indicano che il declino cognitivo coinvolge il 98% delle persone con più di 65 anni, nel territorio Ulss 4 le persone potenzialmente interessate alla demenza sono 4.500. E’ quindi importante gestire questo problema sia in ambito clinico che a livello territoriale. Su questo fronte l’Azienda sanitaria sta investendo molto anche tra le popolazione. Siamo partiti dalla giornata dedicata all’Alzheimer ed ora arriviamo a un mese di eventi di sensibilizzazione, informazione e formazione”.

Dal 2021 Ulss4 ha abbracciato “La città amica delle persone con demenza” che è un movimento nato in Gran Bretagna e in forte espansione in Europa, con lo scopo di rendere le città e le comunità sempre più inclusive nei confronti delle persone con demenza e rispettivi familiari.

“Il decadimento cognitivo è un tema sentito nella comunità e lo dimostra l’adesione a questo progetto dei comuni, delle tante realtà locali di volontariato, dei professionisti territoriali – ha aggiunto la dottoressa Paola Paludetti, direttore dei servizi socio sanitari – . Il nostro intento è quello di superare il mese di eventi ed arrivare a parlare di questo tema tutto l’anno, alcune iniziative già vanno in questo senso”.

Mese della demenza, l’Ulss 4 coinvolge anche gli autisti Atvo

Un esempio è la mostra fotografica “Frammenti di memoria” curata dall’artista Andrea Zelio e dalla psicoterapeuta Silvia Vettor, che verrà presentata giovedì 21 settembre, giorno di presentazione del progetto, al centro culturale Da Vinci di San Donà. La mostra sarà itinerante e vari Comuni hanno già chiesto di poterla ospitare. Inoltre vari angoli di biblioteche comunali verranno allestite con libri a tema e saranno luogo di letture ad alta voce con il coinvolgimento degli istituti scolastici.

L’Ulss 4 sta anche costituendo un gruppo di lavoro e redigendo un protocollo per la gestione di persone con demenza nei pronto soccorso ed in generale in ospedale, formerà anche gli autisti dell’Azienda dei Trasporti del Veneto Orientale (ATVO) nel gestire i passeggeri con demenza.

 

 
 
 

Le più lette