sabato, 18 Maggio 2024
HomePadovanoBassa PadovanaTorna "Este in Fiore": dal 19 al 21 aprile tanti appuntamenti per...

Torna “Este in Fiore”: dal 19 al 21 aprile tanti appuntamenti per valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico

Tempo di lettura: 3 minuti circa

L’inaugurazione ufficiale si terrà sabato 20 aprile alle ore 10. Il tema scelto per la prossima edizione è quello dei “Colori della biodiversità”

E’ stata presentata ieri dal Comune di Este la XXI edizione di “Este in Fiore”, la rassegna dedicata al Florovivaismo e al Giardinaggio di qualità che si svolgerà dal 19 al 21 aprile 2024 all’interno dei Giardini del Castello Carrarese, avvolto dal Parco dei Colli Euganei, oltre che in altre sedi storiche della città.

L’inaugurazione ufficiale si terrà sabato 20 aprile alle ore 10. Il tema scelto per la prossima edizione è quello dei “Colori della biodiversità”, con la volontà di sensibilizzare ed educare sempre più alla cura dell’ambiente e a buone pratiche, cambiare il corso delle abitudini nell’ottica dell’ecosostenibilità e della conservazione della diversità biologica: non solo introducendo pratiche naturali, ma anche apprezzando le diverse sfumature di verde di prati, che devono sopravvivere a volte con scarso impiego di acqua, scoprendo la grande varietà di piante che sopportano temperature più elevate, lasciandosi sorprendere dalle variegate fioriture di tenaci specie spontanee.

E ancora: tingendo di verde aiole e cortili, arricchendo di fogliame e petali colorati le terrazze per richiamare insetti impollinatori, ricoprendo le pergole di grappoli odorosi, profumando di aromi i balconi, godendo di saporiti frutti: un trionfo di colori nuovi e ritrovate fragranze, nel segno di un rinnovato patto con la natura, pensando in particolare alle bambine e ai bambini di oggi e domani.

Un patrimonio da preservare, un impegno che il Comune di Este si è assunto anche aderendo alla candidatura promossa dal Parco Regionale dei Colli Euganei a Riserva della Biosfera, nell’ambito del programma MAB UNESCO.

“Este in Fiore promuove ogni anno la valorizzazione del patrimonio culturale, storico e artistico della Città di Este e del territorio e rappresenta un’occasione fondamentale per rinnovare il patto con la natura, pensando in particolar modo al futuro della nostra comunità – dichiara il Sindaco Matteo Pajola. – Il patrimonio naturale è da preservare, attraverso la cura dell’ambiente e le nuove pratiche. Quest’anno ESTE IN FIORE ospiterà 38 florovivaisti presso i Giardini del Castello e altri 29, la domenica, in centro storico. Gli altri espositori saranno 40, presso i Giardini, e 70 in centro storico. 22 saranno gli stand situati nell’Isola del Gusto; una decina le associazioni cittadine che aderiranno con proprio stand in Piazza Maggiore. In totale, la superficie espositiva della manifestazione ammonta a 6360 mq. Lo scorso anno abbiamo raggiunto la quota di 80.000 visitatori: l’obiettivo è che, anche nel 2024, la kermesse sia egualmente attrattiva e porti in Città appassionati e curiosi”.

“L’organizzazione della manifestazione, anche quest’anno, è gestita dal Comune – commenta l’Assessore alla Cultura Luigia Businarolo. – Continuiamo convintamente in questa direzione, che ha già dato buoni risultati, anche grazie a una consolidata e proficua collaborazione con il Wigwam Club Giardini Storici Venezia. Ribadiamo la presenza importante del florovivaismo di qualità, senza dimenticare la dimensione locale, che sarà presente durante la giornata di domenica in centro storico. “Este in fiore” è una vera e propria festa della Città, in grado di coinvolgere tutta la comunità. Anche in questa edizione daremo grande rilievo all’aspetto culturale e lo stesso tema di quest’anno ha l’obiettivo di indurre a trasformare il proprio approccio alla natura. In Piazza Maggiore, l’allestimento curato da Vivaio Progetto Verde rappresenterà al meglio il tema di questa edizione, componendosi di piante, arbusti e prodotti ortofrutticoli tipici del nostro territorio. Il messaggio è quello di salvaguardare il patrimonio naturalistico dei Colli Euganei, attraverso piante che ne possano testimoniare la biodiversità”.

La manifestazione si svolgerà presso i Giardini del Castello Carrarese (venerdì dalle 16 alle 19.30; sabato e domenica dalle 8.30 alle 19.30) e lungo le vie del centro cittadino (domenica dalle 8.30 alle 19.30) e coinvolge circa 200 espositori, tra florovivaisti, aziende, OPI, stand dell’Isola del Gusto e creativi.

L’immagine-simbolo dell’edizione 2024 è l’illustrazione realizzata dall’artista Oreste Sabadin, che si presenta come una variopinta vetrata con immaginarie mappe di parchi e giardini, un caleidoscopio di alberi e fiori fantastici stilizzati con tante possibilità di interazioni e convivenze, fra ripetizioni specificità, relazioni tipiche della biodiversità interpretate da tratti veloci e ripetuti, tracciate su carta con tenui matite colorate, incisive penne a china, smaglianti pennarelli, a evocare lo sviluppo spontaneo e vitale degli elementi naturali.

Numerosi gli appuntamenti: conversazioni musicate con autori ed esperti, che saranno arricchite da letture e improvvisazioni al clarinetto offerte dallo stesso Oreste Sabadin, autore dell’illustrazione.