Dal bilancio mancano sette milioni di euro

Il bilancio comunale soffre. Mancano risorse. Basta fare un confronto con il previsionale di qualche anno fa per scoprire una realtà finanziaria in costante decrescita. Nel 2009 ad esempio, l’ammontare delle risorse messe a disposizione dei vari assessori toccava i 50 milioni di euro, oggi le disponibilità sono scese a 42 milioni. Più di sette milioni di euro sono spariti ed è sicuro che saranno in molti ad accorgersi dell’ammanco. Già lo scorso anno l’assessore alla Cultura, Riccardo Rizzo, aveva accettato a “obtorto collo” la miseria che aveva a disposizione ma quest’anno i tagli saranno anche più significativi. “Cercheremo di salvaguardare il sociale — ha spiegato Fausto Merchiori — quest’Amministrazione ha investito molto per i meno abbienti e proprio ora non dobbiamo tirarci indietro di fronte a questi problemi”. Le defezioni a copertura delle necessità comunali riguarderebbero i mancati introiti provenienti dagli oneri territoriali. Nel computo, secondo il primo cittadino, mancano le entrate locali, provenienti per esempio dagli oneri di urbanizzazione, ma si fanno sentire anche le mancate riscossioni delle ammende comminate dalla polizia locale. Non è dello stesso avviso il coordinatore provinciale del Pdl Mauro Mainardi, che invece è convinto che gli amministratori di palazzo Nodari approfittino degli autovelox unicamente per “fare cassa”. “Con questo fine — ha spiegato — è stata incrementata la mappatura degli autovelox, i cui proventi sono già stati inseriti nel quadro delle linee di bilancio, attualmente in fase di definizione e che sarà approvato entro la fine di questo mese”. Sempre secondo il “pidiellino”, infatti, presto dovrebbero trovare posizionamento dei nuovi rivelatori: uno sulla tangenziale est, in direzione Borsea mentre un altro potrebbe essere presto installato in via Porta Mare, dove già esiste un rilevatore di velocità ma questo troverebbe collocazione in direzione opposta a quella attualmente monitorata. “Come al solito — ha rintuzzato Mainardi – l’Amministrazione predica bene e razzola male. Il sindaco ha perso l’ennesima occasione, quella di iniziare a fare economia sul serio, tagliando piuttosto tutte quelle spese inutili che si incontrano nel bilancio del Comune. Invece, pensano esclusivamente a penalizzare i cittadini, tendendo delle vere e proprie imboscate a scapito degli stessi automobilisti che magari si stanno recando al lavoro o che stanno portando i figli a scuola”. Esagerate o meno che siano le dichiarazioni del coordinatore provinciale del Pdl è innegabile che il ricorso agli autovelox e dei parcheggi con le strisce blu da parte delle amministrazioni locali sia stato in costante crescita in questi ultimi anni, ma va precisato che scelte del genere riguardano tanto i comuni guidati dal Centrosinistra che quelli con sindaci di Centrodestra. Le difficoltà economiche nelle quali i primi cittadini si sono trovati ad operare, del resto, sono progressivamente cresciute a cominciare dai profondi tagli applicati dallo Stato ai trasferimenti da destinare agli enti locali.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento