Home Veneziano Miranese Sud Arriva il nuovo piano parcheggi

Arriva il nuovo piano parcheggi

Nuovo piano parcheggi in arrivo a Mirano, rivoluzione in centro storico, dove verranno raddoppiati i posteggi a pagamento. Lo ha annunciato il Comune nelle scorse settimane, confermando l’aumento di almeno 150 stalli blu, operazione necessaria per affidare a una società esterna la gestione, il controllo e la riscossione dei ticket. Ne servono infatti almeno 300, attualmente il Comune ne gestisce solamente 150, la metà e tutti in piazza. L’obiettivo nei prossimi mesi è dunque raddoppiare spazi e dunque anche incassi: le strisce blu verranno tracciate soprattutto in via Gramsci, nella parte iniziale del viale, dove insistono negozi e servizi, altri saranno individuati, in una percentuale comunque minima rispetto agli stalli bianchi, nel parcheggio di via dei Pensieri (Villa Tessier) e in quello di via Colombo, ai margini della piazza. “L’obiettivo – spiega il comandante della polizia locale Stefano Sorato – è evitare lo stazionamento prolungato, in alcuni casi anche per tutto il giorno, delle auto in centro. Quando il piano sarà pronto verrà presentato ai cittadini e ai commercianti, in un incontro pubblico finalizzato alla condivisione delle novità”. Tra queste dovrà essere inserita anche una soluzione per alcune “zone franche” non ancora risolte dei posteggi cittadini: una è il parcheggio interrato del Teatro di Mirano, vero e proprio flop, prima fuori uso, poi sistemato e adesso sottoutilizzato, mentre in centro si ingorgano auto e, specialmente durante le manifestazioni in piazza, si assiste a un indecoroso parcheggio selvaggio. Il Comune potrebbe decidere di destinarlo ai commercianti, a prezzi calmierati, diventando una sorta di spazio riservato per chi ha un’attività produttiva in centro storico. L’altra questione da risolvere è quella dei 21 posti auto in via Vivaldi, non ancora “sbloccati” dal Comune a fronte di un’evidente emergenza parcheggi. A riguardo alcune minoranze hanno presentato una mozione in cui attaccano la giunta per i ritardi: “Se la giunta non decide, lo faccia il Consiglio” affermano i consiglieri Marina Balleello (Pdl), Marco Marchiori (Movimento 5 stelle) e Giampietro Saccon (Prima il Veneto), proponendo al parlamentino di Mirano di esprimere un indirizzo sull’utilizzo dei posti auto interrati di via Vivaldi: “Dovrebbero almeno essere destinati ai mezzi comunali per giustificare le spese condominiali a carico dei miranesi – affermano i consiglieri -. A dicembre abbiamo chiesto un piano di razionalizzazione degli stalli del centro storico, se ne è parlato a febbraio, a maggio ancora nulla di fatto. Abbiamo formulato proposte concrete, ci hanno risposto che non si può fare. Nel frattempo per quei 21 posti auto i cittadini pagano le spese condominiali”. Se destinati ai mezzi comunali, i 21 posti auto di via Vivaldi consentirebbero di liberare quelli vicino al municipio, aumentando quelli disponibili per i cittadini. La decisione non è ancora stata presa e in parte sembra legata alla riorganizzazione generale degli stalli in centro storico.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette