McDonald’s porta le patate del Veneto in tutta Italia

Roberto FavazzaViene dalla provincia di Padova uno dei giovani agricoltori selezionati da McDonald’s nell’ambito del progetto Fattore Futuro, nello specifico con riferimento alla filiera delle patate. Grazie a questo risultato, per il prossimo triennio l’imprenditore veneto fornirà a McDonald’s le patate che verranno utilizzate – grazie ad un accordo con il produttore austriaco Lamb Weston – per la produzione delle patatine fritte servite da McDonald’s nei suoi quasi 520 ristoranti nel nostro Paese.

Il progetto Fattore Futuro, nato con l’obiettivo di accompagnare e aiutare i giovani agricoltori nello sviluppo delle proprie aziende, ha ricevuto il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF). I 20 imprenditori selezionati per entrare a far parte dei fornitori italiani di McDonald’s sono stati scelti tra oltre 130 candidati con meno di 40 anni e con un progetto di innovazione e sostenibilità per la propria azienda. Sette le filiere coinvolte: carne bovina, carne avicola, pane, insalata, patata, frutta, latte.

Roberto Favazza, 32 anni, di Montagnana (PD), ha scelto di dare un nuovo impulso alla sua attività utilizzando un sistema di irrigazione a goccia che consente un uso più efficiente dell’acqua e ne evita lo spreco. Questa tecnica, ancora poco diffusa nella coltivazione delle patate, garantisce un risparmio energetico del 50%, un risparmio idrico dal 30% al 50% e un aumento della qualità sia del prodotto sia del lavoro.

Con Fattore Futuro McDonald’s ribadisce il proprio impegno nei confronti dell’industria agro-alimentare italiana: i 20 giovani agricoltori selezionati infatti andranno ad aggiungersi alle aziende italiane fornitrici dell’insegna, che già oggi rappresentano l’80% dei fornitori totali.

Lascia un commento