Elezioni Este, il centrosinistra scommette su Beatrice Andreose

este elezioniIl mondo del centrosinistra può contare su un candidato alternativo a Stefano Agujari Stoppa, vicesindaco uscente e alfiere dall’attuale maggioranza di governo retta dal Pd. Beatrice Andreose, sostenuta dalla civica L’Altra Este, sarà in lizza per la fascia di sindaco il prossimo giugno. Atestina, mamma di 58 anni, è stata assessore all’Ambiente dal 2010 al 2012. Dal 2014 è consigliera del Parco Colli. Da sempre ambientalista impegnata, in prima fila contro l’incenerimento dei rifiuti nelle cementerie e attiva nel Comitato Lasciateci Respirare, è giornalista e docente di diritto ed economia. Ambiente, riqualificazione urbana, democrazia digitale, occupazione giovanile e cultura: sono questi i punti su cui insistono sin da subito la candidata e il suo gruppo.

“Dopo la delusione di cinque anni fa, quando la Civica Arcobaleno è stata esclusa dal governo nonostante l’apporto dato nella vittoria della coalizione di Piva, crediamo che Este necessiti di una rappresentanza di una parte sempre più ampia di popolazione che non può certamente essere soddisfatta dal centrodestra o dai tosiani”, spiega la Andreose, che non nasconde di voler attirare anche i “delusi” del Pd che non credono nella candidatura del civico Stefano Agujari Stoppa. “Tra i vari temi che abbiamo a cuore c’è quello dell’accoglienza: ci distanziamo nettamente dai razzisti nostrani che in campagna elettorale camperanno sicuramente su questi temi – ha sottolineato la candidata – Crediamo poi molto nella riqualificazione urbana: la cementificazione va fermata e i molti “vuoti” della città vanno ripensati attraverso la democrazia diretta”.

La Andreose parla poi della necessità di piste ciclabili, di divieti di parcheggio in piazza Trieste, e ancora di nuovi spazi verdi nelle frazioni. “Sul fronte dell’occupazione, crediamo poi che la cultura e la storia di Este possano essere fonti di lavoro e reddito, ma devono essere sfruttate con più intelligenza. Este deve diventare una città europea, anche in questo”. Molti i nomi noti a sostegno della Andreose: da Rocco Vigna a Loris Ramazzina, passando per Elisabetta Trivellato, Alberto Ruggin e Francesco Miazzi.

 

Nicola Cesaro

Lascia un commento