Home Trevigiano Quinto di Treviso: “Natura in posa” a prezzo ridotto

Quinto di Treviso: “Natura in posa” a prezzo ridotto

La mostra che presenta i capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea è in esposizione al Museo di Santa Caterina

Natura in posa
Natura in posa

Biglietto scontato per i residenti di Quinto di Treviso che vogliono visitare la mostra “Natura in posa. Capolavori dal Kunsthistorisches Museum di Vienna in dialogo con la fotografia contemporanea”, in esposizione al Museo di Santa Caterina a Treviso fino al 31 maggio.

Per i residenti di Quinto di Treviso prezzo agevolato per “Natura in posa”

Dalla collaborazione tra il Comune di Quinto di Treviso, la Città di Treviso e Civita Tre Venezie nasce l’iniziativa che consente ai residenti di quinto di ottenere un biglietto d’ingresso ridotto da 12,00 euro a 8,00 euro (la riduzione del biglietto non è valida per prenotazioni online). Un’occasione unica per ammirare i capolavori inediti del Kunsthistorisches Museum di Vienna e delle maggiori istituzioni museali venete che raccontano l’evoluzione del genere pittorico della “natura morta” dal XVI al XVIII secolo.

Il percorso, al tempo stesso tematico e cronologico, racconta l’evoluzione del genere dello still life, che ha le sue origini già nell’antichità, ma che assurge al rango di rappresentazione autonoma nel Veneto con i Bassano per poi raggiungere l’apice intorno al ‘600 nei Paesi Bassi, diventando una delle più forti fonti d’ispirazione anche per i grandi artisti contemporanei che reinventano e reinterpretano il tema con personali e talvolta visionarie suggestioni. Straordinarie vanitas, composizioni floreali, raffinate scene di mercato, sontuose tavole imbandite sfilano in mostra accanto a ritratti di interni e delle stagioni o preziosi simboli iconici che ci ricordano la caducità della vita e dei suoi piaceri, come farfalle, libri, vasi, strumenti.

Le opere di artisti quali Francesco Bassano, Lodovico Pozzoserrato, Jan Brueghel il Vecchio, Pieter Claesz, Willem Claesz Heda, Jan Weenix, Gerard Dou, Evaristo Baschenis, Gasparo Lopez dei Fiori, Elisabetta Marchioni – che incantano per fasto, creatività e perfezione di esecuzione – dialogheranno con le più iconiche fotografie contemporanee. Si passa, così, dalle vanitas capaci di trarre in inganno di David La- Chapelle ai crudi e ironici reportages di Martin Parr sul consumo di massa, dai magnifici e sensuali fiori di Robert Mapplethorpe ai Flowers di Nobuyoshi Araki, dalla serie dedicata alle zuppiere di Franco Vimercati all’idea di classicità pittorica di Hans Op De Beeck. La rassegna, curata per la sezione antica da Francesca Del Torre, Gerlinde Gruber e Sabine Pénot – curatrici del Kunsthistorisches Museum di Vienna rispettivamente per la pittura italiana, fiamminga e olandese – e da Denis Curti, direttore artistico della Casa dei Tre Oci di Venezia, per la sezione fotografica, è il primo appuntamento di un ampio progetto di mostre ed eventi, messo a punto dalla Città di Treviso insieme a Civita Tre Venezie e a importanti partner istituzionali, allo scopo di valorizzare, in Italia e all’estero, lo straordinario patrimonio della Marca trevigiana.

Le più lette