domenica, 4 Dicembre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoConselvanoConselve: il sindaco chiede all’Uls i locali dell’ex municipio

Conselve: il sindaco chiede all’Uls i locali dell’ex municipio

Banner edizioni

Intanto decolla il progetto della Casa di Comunità in ospedale

Entro l’autunno sarà pronto il progetto definitivo della Casa della Comunità nell’ospedale vecchio di Conselve. Un nuovo passo avanti verso la struttura prevista dal Pnrr per ampliare i servizi sanitari terriroriali su tutto il territorio nazionale. Il mese scorso infatti l’Usl 6 ha dato il via libera al progetto di fattibilità tecnico economica che prevede di realizzare la nuova struttura, finanziato con 2,7 milioni di euro, attraverso la ristrutturazione di parte del vecchio ospedale. Al piano terra troveranno posto le sale di consulenza ed esami, gli ambulatori per dieci medici di base che saranno affiancati da 8 infermieri e 5 figure tecniche amministrative. Il direttore generale dell’Usl Paolo Fortuna ha ricordato come gli adempimenti e le tempistiche previste dal Pnrr siano pressanti e chiede la collaborazione con il Comune, che una volta approvato il progetto definitivo prenderà parte alla conferenza dei servizi. Disponibilità confermata dal sindaco Umberto Perilli, il quale valuta positivamente il potenziamento della struttura ospedaliera conselvana. Un aspetto ribadito durante l’incontro che il sindaco ha avuto con il direttore dell’Usl Fortuna per affrontare alcuni aspetti che riguardano la sanità locale.

“E’ stata anzitutto l’occasione per conoscerci – afferma Perilli – e per fare il punto sui servizi sanitari a Conselve. Ho espresso la nostra soddisfazione per gli interventi di ammodernamento e ampliamento all’ospedale, attività che portano un effettivo servizio al territorio. Dal mio insediamento – continua Perilli – ho passato in rassegna tutte le strutture sanitarie a Conselve e da questo sopralluogo è emersa la necessità di provare a potenziare la struttura ospedaliera, attualmente inutilizzata per quasi la metà. Per questo ha formanenbte chiesto all’Usl che ci vengano restituiti i due piani dell’ex municipio di piazza Battisti ormai inutilizzati da anni, ma anche di valutare insieme la possibilità di trasferire gli uffici Sisp e Spisal in ospedale, in modo da liberare l’intero stabile per gli usi del Comune. Da sette anni i due piani superiori dell’edificio sono chiusi, ci sono almeno 800 metri quadrati che potremo utilizzare per le necessità del nostro Comune”. 

Il sindaco ha ricordato che la presenza dell’Usl nell’edificio in pieno centro è regolata da una convenzione sottoscritta nel 1990. L’accordo era tentennale e prevede il pagamento di un canone simbolico di un milione di lire l’anno. Proprio per il futuro dell’ospedale Perilli ha inoltre chiestoche la struttura conselvana non sia più usata per le emergenze Covid, come è successo in questi ultimi anni, e ha espresso soddisfazione per gli investimenti che poteranno al potenziamento dell’Ospedale di Comunità.

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni

Le ultime della provincia di Padova

Banner edizioni
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy