sabato, 9 Dicembre 2023
 
HomeRodiginoAdriaLinea Adria-Mestre, in arrivo nelle stazioni nuovi impianti di videosorveglianza

Linea Adria-Mestre, in arrivo nelle stazioni nuovi impianti di videosorveglianza

Tempo di lettura: 2 minuti circa

La vicepresidente De Berti: “Interventi importanti per sicurezza e risparmio energetico”

“L’obiettivo con questo investimento è di garantire una maggior sicurezza nelle stazioni e nelle fermate della linea ferroviaria Adria-Mestre con un occhio di riguardo all’ambiente, puntando alla riduzione dei consumi elettrici di impianti che oggi risultano obsoleti. Le stazioni sono punti delicati, i passeggeri devono poter viaggiare sentendosi sicuri non solo a bordo dei convogli ma anche nei momenti dell’attesa o dell’arrivo. All’interno di ciascuna stazione e fermata della linea saranno realizzati impianti di controllo degli accessi delle sale di attesa e dei locali tecnici e impianti di videosorveglianza per controllare le aree della stazione h24”.

Così la vicepresidente della Regione del Veneto e assessore alle Infrastrutture Elisa De Berti annuncia la pubblicazione della gara per l’affidamento del contratto d’appalto per gli interventi di realizzazione degli impianti di videosorveglianza e di adeguamento degli impianti elettrici delle stazioni della linea Adria-Mestre. L’importo dell’intervento, di cui Infrastrutture Venete è stazione appaltante, è di 460mila euro ed è finanziato con risorse regionali. I lavori partiranno a settembre per terminare, secondo la previsione, a febbraio 2024.

“Oltre alla videosorveglianza si procederà anche con l’adeguamento degli impianti elettrici e di forza motrice di stazione, pensiline e banchine di stazionamento, e dei sottopassi – aggiunge la vicepresidente De Berti La linea Adria-Mestre è l’unica linea ferroviaria di proprietà della Regione del Veneto ed è di prioritaria importanza per collegare le provincie di Rovigo e di Padova. Le opere inoltre rientrano in un progetto più ampio di adeguamento delle stazioni agli standard internazionali di interoperabilità anche per le persone a mobilità ridotta di cui si sta occupando Infrastrutture Venete, la quale ha già pronto un primo livello di progettazione di circa 12 milioni di euro da attivarsi per stralci funzionali”.

Il progetto in appalto riguarda le stazioni ferroviarie di Porta Ovest (Mestre-Ve), Oriago, Mira-Buse, Camponogara, Arzergrande, Cona, Cavarzere, mentre per la stazione di Piove di Sacco gli interventi risultano già stati realizzati nei precedenti lavori di manutenzione. Nelle fermate ferroviarie di Bojon (Campolongo Maggiore), Pontelongo, Cavarzere Centro, si interverrà in corso d’opera con eventuali economie risultanti dall’appalto principale.

 
 
 

Le più lette