domenica, 3 Marzo 2024
 
HomePadovanoPadova EstLa viabilità di Ponte San Nicolò si rifà il look da primavera...

La viabilità di Ponte San Nicolò si rifà il look da primavera 2024

Tempo di lettura: 2 minuti circa

In testa alla lista i 160 metri del marciapiede di via Giovanni XXIII: saranno demoliti e rifatti

Pronto il piano per il 2024 per la ristrutturazione della viabilità comunale. Prevede da parte dell’amministrazione comunale di Ponte San Nicolò un investimento complessivo di 450 mila euro.

“Durante l’inverno ci saranno le gare d’appalto – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Enrico Rinuncini – con i cantieri che inizieranno progressivamente a partire dalla prossima primavera. Riteniamo sia necessario mettere in sicurezza dei percorsi pedonali e ciclabili esistenti in quanto la pavimentazione esistente, realizzata in asfalto e in alcuni tratti in betonella, presenta tratti diffusi di disconnessione e deterioramento con conseguenti problematiche legate alla sicurezza della circolazione pedonale e ciclabile, oltre da risultare addirittura non percorribili da carrozzelle e quindi da persone diversamente abili. La pavimentazione presenta anche problematiche connesse con la manutenzione, in particolare della parte adiacente alle alberature, con la difficoltà a garantire il mantenimento delle condizioni di confort e di decoro dei percorsi. L’intervento, nel suo complesso, mira quindi a ripristinare lo stato di piena funzionalità e sicurezza di questi percorsi”.

In testa alla lista delle manutenzioni ci sono 160 metri del marciapiede di via Giovanni XXIII che saranno demoliti e rifatti. Un intervento analogo è previsto anche per il tratto di pista ciclabile di via Moro compreso tra le intersezioni con via Garibaldi e via Wagner. Saranno rifatti anche i marciapiedi lungo le rampe di accesso di via Po e via I Maggio alla sommità arginale del fiume Bacchiglione.

Tra le priorità c’è poi il rifacimento di un tratto di 250 metri di marciapiede lungo il lato sud di via Marconi nel tratto compreso tra la rotatoria di intersezione con viale del Lavoro e fino al sottopasso pedonale presente in via Mazzetto.

Impegnativo sarà poi un altro cantiere su via Marconi, nel tratto tra viale del Lavoro e via Monte Sabotino, dove insieme al nuovo marciapiede si dovrà togliere alcune alberature, rifare il sottofondo, predisporre l’allacciamento del nuovo impianto di illuminazione e adeguare l’impianto di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche. Infine c’è via Giorato, dove è prevista la manutenzione del marciapiede per 330 metri, tra l’incrocio con via Venezia e il ponte sul canale di scolo. Dove è possibile saranno mantenute le alberature presenti, anche se in alcune parti si sono create delle criticità dovute alla limitata larghezza del marciapiede e alla contestuale presenza di alberi, cresciuti poi nel tempo fino a costituire una vera e propria barriera architettonica. Insomma è in arrivo un programma di lavori molto fitto, che potrà interessare per mesi il centro cittadino e che alla fine riabellirà tutto il territorio comunale.

Alessandro Cesarato

 
 
 

Le più lette