venerdì, 24 Maggio 2024
HomeVenetoNotte di Natale, un’ordinanza del sindaco Brugnaro a tutela del decoro urbano

Notte di Natale, un’ordinanza del sindaco Brugnaro a tutela del decoro urbano

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Un provvedimento per prevenire quanto accaduto negli ultimi anni nella notte tra il 24 e il 25 dicembre, con episodi che hanno causato problemi alla sicurezza urbana

Ordinanza firmata dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro a tutela del decoro urbano, della sicurezza urbana e della tutela del territorio per prevenire, in occasione della notte di Natale situazioni di incuria o degrado del territorio, del patrimonio culturale
e di pregiudizio della vivibilità urbana.

Il provvedimento prende le mosse da quanto avvenuto negli ultimi anni quando, nella notte tra il 24 e il 25 dicembre, si sono verificati numerosi episodi di disturbo e “di patologiche manifestazioni di convivialità ed aggregazione sociale che hanno cagionato problemi alla sicurezza urbana.

L’ordinanza dispone dunque che tra le ore 22 del 24 dicembre e le ore 6 del 25 dicembre 2023 i pubblici esercizi non possano organizzare eventi e intrattenimenti musicali con “DJ-set” e utilizzare impianti di diffusione sonora e musicale di qualsiasi tipo, anche internamente al locale. Il provvedimento interessa i locali di tutto il territorio comunale, entro il raggio di 500 metri dalle chiese e dagli altri edifici dedicati al culto,
nonché i pubblici esercizi che si trovano, fino a un raggio di 500 metri:

In area UNESCO (Città antica e Isole)
A Mestre: piazza Ferretto, piazzale Coin, piazzale Candiani, piazza XXVII Ottobre, via Palazzo, piazzale Olivotti e piazzale Carpenedo
A Marghera: piazza Sant’Antonio, piazza Municipio, piazza Mercato, piazzale Concordia e piazzale Martiri Giuliani e Dalmati della Foibe
A Chirignago: piazza San Giorgio
A Favaro Veneto: piazza Pastrello

Inoltre i pubblici esercizi non potranno predisporre sui plateatici in concessione attrezzature per la “spillatura” e la preparazione delle bevande.
Sarà inoltre vietata la somministrazione di alimenti e bevande in forma ambulante/itinerante.

Infine le attività commerciali alimentari ed artigianali, di prodotti alimentari, situate nelle aree individuate dal provvedimento o collocate esternamente ad eventuali centri commerciali, inoltre, dovranno terminare le proprie attività alle ore 22 del 24 dicembre 2022 e non riprenderle fino alle ore 6 del 25 dicembre.