venerdì, 23 Febbraio 2024
 
HomeBreaking NewsNuovo suicidio nel carcere di Montorio: il quinto in tre mesi a...

Nuovo suicidio nel carcere di Montorio: il quinto in tre mesi a Verona

Tempo di lettura: < 1 minuti circa

A suicidarsi nel carcere di Montorio è stato un 38enne ucraino dimesso da qualche giorno dal reparto psichiatrico.

Ancora un suicidio nella casa circondariale di Montorio di Verona. L’episodio si è verificato venerdì sera, 2 febbraio nella sesta sezione del penitenziario, dove un cittadino straniero, dimesso da qualche giorno dal reparto psichiatrico, si è impiccato.

Si tratta del quinto suicidio in tre mesi a Montorio e il 14° a livello nazionale da inizio anno.

Dalle prime informazione raccolte, l’uomo – un 38enne ucraino – si trovava nel reparto di infermeria in stanza con altri due detenuti e ha approfittato dell’assenza di entrambi per pochi minuti per togliersi la vita.

La riposta dell’Amministrazione

Il sindaco, la giunta e l’amministrazione – attraverso una nota ufficiale – hanno espresso il loro cordoglio per il dramma del quinto suicidio in pochissimi mesi, il sostegno al garante per le persone con restrizione della libertà, don Carlo Vinco, e a quanti vivono e lavorano nella Casa Circondariale di Montorio.
“Dopo questo triste giorno proseguirà ancora più  incessante il lavoro di sensibilizzazione e approfondimento dei temi riguardanti la vita in carcere sin qui svolto con l’istituzione del tavolo tecnico tra assessorati, terzo settore e direzione del carcere, convocazione di commissioni consiliari, incontri con le associazioni che operano nel carcere, oltre che contatti con le massime autorità preposte recentemente invitate e attese per un confronto a Verona”, dichiarano gli assessori Luisa Ceni, Italo Sandrini e Stefania Zivelonghi, che hanno avviato il tavolo tecnico nei mesi scorsi.
 
 
 

Le più lette