sabato, 18 Maggio 2024
HomeVenezianoVeneziaInaugurazione di "Città per l'Oceano" a Barcellona. Per il Comune di Venezia...

Inaugurazione di “Città per l’Oceano” a Barcellona. Per il Comune di Venezia presente l’assessore De Martin

Tempo di lettura: 2 minuti circa

L’assessore all’ambiente Massimiliano De Martin ha portato l’esperienza veneziana del Mose e non solo

Appuntamento internazionale per l’assessore all’Ambiente del Comune di Venezia Massimiliano De Martin che è intervenuto a Barcellona in occasione della conferenza internazionale “Città per l’Oceano”, a tre anni dal lancio del “Decennio delle Scienze dell’Oceano per lo Sviluppo Sostenibile” delle Nazioni Unite. L’evento principale, previsto fino a venerdì 12 aprile, avrà un corollario di incontri di alto livello, sia nazionali che internazionali.

L’occasione è stata lo spunto per celebrare i risultati raggiunti e identificare le prossime priorità. Con lui presente anche Francesca Santoro, oceanografa dell’Ufficio regionale Unesco. “Venezia è una città complessa ed articolata dal punto di vista urbanistico ed amministrativo – ha spiegato nel suo intervento De Martin – Fin dalla sua fondazione, la città ha imparato a convivere con l’acqua, sapendo dipendere da essa nella buona e nella cattiva sorte. Proprio per contrastare il fenomeno dell’acqua alta, è stato creato il Mose, la più grande opera di ingegneria idraulica realizzata al mondo per difendere la nostra laguna e progettata per garantire una continuità di funzionamento di almeno 100 anni”.

De Martin ha poi continuato: “Le prime opere ingegneristiche di preservazione della città dalle acque furono realizzate nel 1350. Oggi la città di Venezia sta investendo oltre 100 milioni di euro per il mantenimento e il controllo del sistema idrografico della terraferma
per la prevenzione di eventuali rischi idrogeologici, favorendo di conseguenza l’immissione di acque sempre più pulite nella laguna”.

Un riferimento poi è stato fatto al progetto “Sea Beyond”, il programma lanciato nel 2019 in collaborazione con la Commissione Oceanografica Intergovernativa (IOC) UNESCO e il Gruppo Prada dedicato ai bambini delle nostre scuole materne con l’obiettivo di promuovere l’educazione alla preservazione del mare.

Riccardo Musacco