martedì, 21 Maggio 2024
HomeRodiginoDeltaRosolina: in barca senza assicurazione e dotazioni di sicurezza, denunciati

Rosolina: in barca senza assicurazione e dotazioni di sicurezza, denunciati

Tempo di lettura: 2 minuti circa

A Rosolina due uomini sono stati fermati dalla Squadra Acque interne del Commissariato di Porto Tolle

Nella mattina di lunedì 22 aprile, personale della Squadra Acque Interne del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Porto Tolle, nell’ambito dei servizi di controllo dell’area fluviale-lagunare della provincia di Rovigo, volti a garantire la sicurezza durante la navigazione, ha proceduto al controllo di una imbarcazione professionale da pesca sul tratto fluviale del Po di Venezia, nel Comune di Rosolina (Rovigo).

Gli operatori, durante l’attività, hanno notato un’imbarcazione senza segni identificativi e, insospettiti, hanno proceduto al controllo.

Dai primi accertamenti, sono emerse anche le mancanze delle licenze, delle dotazioni di bordo e di sicurezza, quali estintori, fuochi a mano a luce rossa, segnali a mano a stelle rosse, bussola, salvagente e remi, nonché del certificato assicurativo.

In seguito ad una più approfondita verifica, i poliziotti hanno anche constatato che l’unità nautica era dotata di motore fuoribordo con una potenza di quasi tre volte superiore al limite massimo previsto dall’abilitazione del comandante.

Al termine del controllo, gli agenti del Commissariato hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovigo il pescatore, in concorso con l’armatore – in quanto soggetto diverso dal fermato – per i reati, in ipotesi accusatoria, di navigazione in violazione delle norme in materia di sicurezza (art.1231 codice della navigazione) e partenza di nave in cattivo stato di navigabilità (art.1215 codice della navigazione). Per l’imbarcazione la Procura della Repubblica di Rovigo ha chiesto ed ottenuto il sequestro preventivo.

Sono state, inoltre, elevate sanzioni amministrative per la mancanza del certificato assicurativo, della documentazione relativa all’unità nautica, per l’assenza dei segni identificativi della stessa e, infine, per la guida di imbarcazione con motore fuoribordo con potenza superiore a 40,8 cv, senza l’idonea abilitazione.