Home Padovano Camposampierese Ovest Villa del Conte: “Alberi e ragazzi cresceranno insieme”

Villa del Conte: “Alberi e ragazzi cresceranno insieme”

Ambiente e sicurezza sono la forza di una comunità. A esserne fortemente convinta il sindaco di Villa del Conte, Antonella Argenti che, con la sua squadra di giunta, ha avviato un progetto ambizioso, ma da subito reso concreto attraverso una serie di piccoli, preziosi interventi. Per contrastare il crescente problema dell’inquinamento dell’aria, il Comune di Villa del Conte ha pensato bene di rinforzare il verde pubblico con nuove piantumazioni di alberi creando sempre più un piccolo, ma fondamentale polmone verde.

Una politica attenta all’ambiente che si traduce nella pratica dei “piccoli passi”, vale a dire tanti alberi piantati, via via, in tanti luoghi del territorio comunale. Un nuovo albero è stato piantato ad esempio nell’area verde esterna a un luogo importante e simbolico come la Biblioteca comunale, dove, un paio di anni fa, ne era stato estirpato un altro sofferente.

“Con la nostra comunità crescerà un ‘bagolaro’ – spiega il primo cittadino, Argenti -, una specie che garantisce un’ottima azione di assorbimento di anidride carbonica e polveri sottili da traffico urbano. Più ossigeno, bellezza e sicurezza ambientale per il nostro paese sono valori irrinunciabili. E poi, come scriveva Cicerone: ‘Se accanto alla biblioteca ci sarà un giardino, non ci mancherà nulla’ ”. Gli amministratori hanno simbolicamente scelto di iniziare la piantumazione di nuovi alberi nel Comune, iniziando dal giardino antistante la scuola, che così può oggi avere due alberi nuovi.

“Altri arbusti saranno piantati – prosegue il sindaco –. Siamo partiti dalla scuola e, in particolare in coincidenza con l’insediamento del nuovo CCR, proprio perché è il simbolo per eccellenza di un seme che cresce. Gli alberi piantati, infatti, cresceranno assieme alla conoscenza e alla coscienza dei nostri ragazzi, ai quali oggi, abbiamo chiesto fiducia, collaborazione e partecipazione responsabile al bene comune. Questo è il tempo della semina che tanto ci piace. Cultura, ambiente e sicurezza rappresentano la forza della nostra comunità”.

Nicoletta Masetto

Le più lette