sabato, 2 Marzo 2024
 
HomeVenezianoChioggiaChioggia, Mauro Armelao: "Molto importante la prima giornata del progetto G20Spiagge"

Chioggia, Mauro Armelao: “Molto importante la prima giornata del progetto G20Spiagge”

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Le dichiarazioni di Mauro Armelao, Sindaco di Chioggia, sull’incontro del G20Spiagge a Roma del 30 gennaio 2024

“Giornata importantissima che va a completare una prima parte di condivisione del progetto del network G20Spiagge. Chioggia come sempre ha portato il suo contributo sugli argomenti che maggiormente mi stanno a cuore: sicurezza, rifiuti, sanità, flessibilità nell’utilizzo delle risorse disponibili. Attendiamo l’avvio dell’iter parlamentare di questo progetto di legge così importante per Chioggia. Lo ribadisco: l’arrivo dei turisti nelle nostre località deve essere vissuto dai residenti come un’opportunità e non come un periodo di possibili tensioni, e questo può avvenire se abbiamo gli strumenti per garantire la sicurezza. Ecco perché le forze dell’ordine di supporto dovrebbero arrivare in automatico, questo è un tema fondamentale per noi amministratori di località turistiche. Altro tema che mi sta, e ci sta, a cuore, è quello dei rifiuti, tra l’altro su due diversi fronti, quello della produzione di spazzatura che ovviamente d’estate raggiunge livelli record e quello dei rifiuti spiaggiati. Per questa seconda attività di pulizia gli investimenti sono considerevoli e abbiamo necessità di avere dei sostegni in modo che questo picco di produzione non venga pagato dai cittadini residenti. Per questo è necessario pensare ad un aiuto in termini economici alle città balneari che sollevi i conti della TARI. Un capitolo aperto è anche quello della sanità: passare dai circa 48.000 residenti stanziali al doppio se non al triplo d’estate ha dei contraccolpi anche sulle strutture mediche come il nostro ospedale. E poi, non ultimo, il tema delle infrastrutture. Chioggia è carente di vie di collegamento e questo rende problematico il raggiungimento delle spiagge per i pendolari e in molti casi fa desistere altri dal scegliere le nostre destinazioni. Con lo Status di Comunità Marina avremo la possibilità di potenziare i servizi di emergenza”.

 

 

 
 
 

Le più lette