martedì, 21 Maggio 2024
HomeTrevigianoIl Parco della Cultura è collegato al cuore di Mogliano Veneto

Il Parco della Cultura è collegato al cuore di Mogliano Veneto

Tempo di lettura: 2 minuti circa

D’ora in poi si potrà accedere al gioiello architettonico progettato dal grande architetto paesaggista Antonio Caregaro Negrin anche da Via De Gasperi

Si è concluso nelle scorse settimane il secondo stralcio dei lavori di riqualificazione del Parco della Cultura. D’ora in poi si potrà accedere al gioiello architettonico progettato dal grande architetto paesaggista Antonio Caregaro Negrin anche da Via De Gasperi, grazie alla realizzazione di un ponte sul canale Fossa Storta che accorcia la distanza tra il parco e il centro della città.

Tra gli altri interventi conclusi in questa seconda fase, l’installazione di telecamere di ultima generazione, la messa in sicurezza della zona Grotte e del Belvedere, con pulizia ed eliminazione degli infestanti, nonché il rifacimento della sponda del canale Fossa Storta, ad opera del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive. Inoltre prossimamente sarà demolito il fatiscente fabbricato limitrofo alla Biblioteca denominato “Ala Sud Piranesi” e questo consentirà al parco stesso di far parte del centro storico di Mogliano.

Ma non è l’unica novità. Sempre nelle ultime settimane è stato messo a dimora il primo albero che segna l’inizio della creazione del nuovo “Bosco di Mogliano”: un polmone verde esteso su una superficie di 28.700 metri quadrati, su un terreno di proprietà comunale in Via Ca’ Marchesi, dove ben presto saranno messi a dimora 1.050 alberi. L’obiettivo? Ridurre l’inquinamento, abbassare la CO2, migliorare il paesaggio, ma soprattuttogarantire un futuro sostenibile ai moglianesi di domani. In quest’ottica le famiglie dei nuovi nati nel 2022 e 2023 hanno ricevuto in dono dal sindaco un attestato e un’etichetta di legno che potranno apporre sull’albero che sceglieranno quando il Bosco sarà completato, fra qualche mese.

Non c’è due senza tre. Inaugurato il Restyling del Parco Primavera: un’area verde di ben 15mila mq, nota ai più come Parco delle Piscine per la presenza della piscina Rai Nantes. Con la chiusura della struttura, questo immenso spazio ha subito un progressivo degrado, seguito anche da atti vandalici pesanti. Tuttavia, grazie agli interventi di riqualificazione avviati nel settembre 2023 (demolizione integrale della vecchia piscina e dismissione degli impianti tecnologici esistenti), il Parco è stato rigenerato. L’investimento in questo progetto di è costato complessivamente 680 mila euro, di cui 330mila provenienti dal Pnrr e ha previsto la creazione di nuovi percorsi ciclopedonali, inclusa una pista parallela lungo l’argine del canale Fossa Storta.

Marika Andreoli

Le più lette