Venezia 72: Taj Mahal, di Nicolas Saadi – la recensione

Un film francese lo si riconosce subito: pochi attori, un soggetto cinematografico spesso basato su un presupposto di realismo, pochi dialoghi, essenziali, scene quasi prive di musica e un’architettura scenica studiata e curata nei minimi dettagli. I film francesi possono piacere e non piacere, incantare con la loro raffinatezza, suscitare riflessioni, o semplicemente innervosire. Taj […]